TESTMSL

Stromboli, trend positivo di presenze a Pasqua

Il vulcano non spaventa i turisti. Piuttosto preoccupano servizi e trasporti

Il vulcano non fa paura. A Stromboli per Pasqua le navi provenienti da Napoli continuano a scaricare turisti, italiani e stranieri. Segnali positivi, quindi, che vanno ad aggiungersi alle prenotazioni gia effettuate per il prossimo week-end, nonostante le intemperanze del vulcano. Stromboli già da settimane è frequentata da tanti stranieri che viaggiano da soli o in folti gruppi. Appassionati di trekking che vengono per scalare il vulcano accontentandosi di fermarsi a quota 400, come stabilito dalla Protezione civile per motivi di sicurezza. Analogamente, anche le previsioni per la stagione estiva sono stabili, cioè positive rispetto ai timori degli operatori, preoccupati dell’immagine di pericolosità che esperti e media rilanciano dello Stromboli. Non è escluso che si registri una flessione, ma per ragioni legate a “generiche difficoltà economiche, non per paura del vulcano”, sottolinea Francesco Aquilone, titolare dell’omonimo albergo per il quale il 2007 potrebbe “concludersi con un calo del 10 per cento delle presenze”. Il problema non è il vulcano ma “i servizi, scarsi e inefficienti, sull’isola e fuori, come i trasporti con la terraferma. E’ questo che scoraggia i turisti”. Per Vito Russo, presidente degli albergatori eoliani, la presenza della Protezione Civile è “eccessiva” ma, nonostante tutto, se per Pasqua si prevede “una lieve flessione turistica”, l’estate, a giudicare dalle prenotazioni, sarà “stabile”. Per altri operatori, il vulcano addirittura potrebbe rivelarsi una fonte di attrazione turistica, con la stagione estiva che potrebbe rivelarsi migliore dell’anno scorso, proprio per la curiosità di vedere lo Stromboli.

News Correlate