giovedì, 25 Aprile 2024

Con Culturété 2023 prende il via l’estate caleidoscopica della Valle d’Aosta

Con Culturété i luoghi della cultura in Valle d’Aosta diventano palcoscenici dove vivere nuove esperienze. A luglio e ad agosto la rassegna, ideata dalla Soprintendenza per i Beni e le Attività culturali, propone tanti appuntamenti suddivisi in quattro aree tematiche: Castelli in Festa, che riunisce visite, concerti e performance in orario serale; Estate in Gamba, che propone laboratori dedicati all’arte moderna al Castello Gamba di Châtillon; Archéoété, nuovi percorsi alla scoperta del patrimonio archeologico di età romana; e Storie per Gioco, incontri pensati per i più piccoli.

Ecco alcuni esempi:
Castelli in Festa: concerti e visite guidate
Al Castello di Aymavilles
Domenica 16 luglio, alle ore 21, il castello ospita uno spettacolo unisce l’identità barocca del palazzo alle sonorità dell’Ensemble Musica Inaudita, creando un connubio tra musica e architettura. Segue una visita alla collezione dell’Académie Saint-Anselme, con oggetti datati dall’antichità al XX secolo, tra cui monete, medaglie, reperti archeologici, rarità del mondo naturale e manufatti di pregio.

Estate in Gamba: liberare la creatività al Castello Gamba
Almost True, la mostra di Sarah Ledda
L’artista valdostana indaga il rapporto dialettico tra fiction e realtà: i suoi quadri, come fotogrammi, colgono l’essenza di un lessico universale, raccontando la formazione dell’identità femminile attraverso personaggi cinematografici e televisivi. L’esposizione, curata da Ivan Quaroni, è visitabile dal 14 luglio al 1° ottobre 2023.

Archéoété: camminare nella storia
Aosta vanta uno dei massimi patrimoni archeologici di epoca romana esistenti. Millenni di storia racchiusi in pochi km, da esplorare attraverso una chiave di lettura particolare: Archéoété evidenzia i messaggi politici e sociali nascosti nelle architetture private e pubbliche, portando alla luce un codice antico: l’archeologia del potere.

News Correlate