mercoledì, 21 Aprile 2021

Turismo sostenibile, nasce la Borghi Scarl

L’obiettivo è recuperare per uso turistico piccoli borghi abbandonati

Si è costituita la società “Borghi Scarl”, Borghi Montani Società Consortile a Responsabilità Limitata, con sede a Montorio al Vomano. Ne fanno parte 22 enti, tra Comuni, Comunità Montane e Camera di Commercio. La società si occuperà di progettare, realizzare e gestire il “prodotto borghi”. L’area della Laga e quella del Gran Sasso sono ricchi di piccoli borghi, in molti casi totalmente abbandonati, che possono essere recuperati per uso turistico e ridare linfa e visibilità turistica a territori destinati, diversamente, a un continuo spopolamento. La realizzazione del progetto, inoltre, offrirà opportunità economiche e di occupazione a chi questi luoghi li abita da sempre. Il modello è quello del turismo sostenibile, che stimola la partecipazione dei residenti, fonda sui valori di un territorio e punta a realizzare un virtuoso processo socio-economico durevole nel tempo. Oltre ai borghi già individuati con un apposito studio di fattibilità, anche i Comuni potranno avanzare delle proposte rispetto ai luoghi da recuperare ad alcune condizioni: l’intervento deve rispettare i criteri di compatibilità ambientale; deve essere concepito con un obiettivo di tutela e valorizzazione dei beni culturali e delle tradizioni; deve avere caratteristiche tali da risultare competitivo per la domanda turistica; deve avere sicure ricadute occupazionali.

News Correlate