mercoledì, 19 Giugno 2024

RFI e FAI insieme per ‘I Luoghi del FAI’ in 16 stazioni

Sono 16 le stazioni di Rete Ferroviaria Italiana – tra Abruzzo, Lazio e Umbria – coinvolte nel progetto “La Ferrovia del Centro Italia”, di cui la società capofila del Polo Infrastrutture del Gruppo FS è partner a fianco dell’Associazione Culturale Giovanile Riattivati. L’iniziativa rientra a sua volta nell’ambito della Campagna ‘I Luoghi del Cuore’, lanciata nel 2003 da FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano ETS e promossa in collaborazione con Intesa Sanpaolo per sensibilizzare sul valore del patrimonio culturale e paesaggistico italiano.

“La Ferrovia del Centro Italia”, nello specifico, mira a potenziare il turismo nei borghi in alcuni casi anche poco conosciuti lungo la tratta Terni – Rieti – L’Aquila – Sulmona, che copre una distanza di 163,6 km.

È prevista l’installazione di pannelli informativi in 16 stazioni ferroviarie, con dettagli su storia, cultura e peculiarità del territorio, arricchiti da QR code interattivi che offrono ulteriori informazioni. Il percorso punta non solo a preservare il patrimonio culturale e naturale, ma anche a generare un impatto positivo sull’economia locale. Il progetto è partito lo scorso sabato 1° giugno, con lo svelamento dei primi pannelli nelle stazioni di Rieti e L’Aquila.

Gli eventi verranno replicati, nei prossimi mesi, nelle stazioni di Sulmona, Terni, Antrodoco Centro, Marmore, Pratola Peligna, Antrodoco-Borgo Velino, Raiano, Castel Sant’Angelo, Molina, Cittaducale, San Demetrio ne’ Vestini, Contigliano, Paganica e Greccio.

“Lavorando insieme per il rilancio e la valorizzazione della Ferrovia del Centro Italia – ha detto Gianfranco Pignatone, direttore Affari Istituzionali e Sostenibilità Rete Ferroviaria Italiana – non solo offriamo al territorio una mobilità più sostenibile, ma ci facciamo carico di un impegno a lungo termine per la valorizzazione di un’area interregionale che si distingue per la sua storia e bellezza”.

News Correlate