Mirabeau Park Hotel riapre e rilancia il comparto turistico

Riaprirà domani, sabato 27 giugno, il Mirabeau Park Hotel, storica struttura situata nei pressi di uno dei punti più suggestivi della costa ionica calabrese.

L’intera struttura in questi giorni è interessata dalle opere di sanificazione totale, dagli ambienti a tutti gli impianti, compresi quelli di climatizzazione. In più, la titolare ha deciso di limitare alcuni servizi che non garantirebbero il distanziamento sociale richiesto.

Niente servizio ristorante e niente animazione per questa estate 2020, ma un comodo servizio di room service e divertimento un po’ più soft, anche in spiaggia.

Il lido Mirà infatti, è stato organizzato per non far mancare nulla agli ospiti: intanto per ogni ombrellone è stato disposto uno spazio di 18 metri quadrati, ben oltre l’area imposta dalle ultime normative che è di 10 mq.

Investimenti anche dal punto di vista tecnologico con una APP che permetterà agli ospiti di ordinare direttamente da sotto l’ombrellone un light lunch o un drink.

Anche la piscina della struttura, situata sull’incantevole promontorio della Gasperina, sarà aperta al pubblico, con ingressi contingentati.

E contingentato sarà anche il numero di camere che saranno disponibili: 40 sulle 92 totali. Sulla terrazza, da cui si gode lo spettacolo che offre la vista del Golfo di Squillace, sarà possibile fare colazione. Ovviamente sia in spiaggia che in hotel sarà apposta la specifica segnaletica con i percorsi da seguire e vari punti per l’igienizzazione.

“Non è stata una decisione facile quella di riaprire – spiega Caterina Froio, direttrice del Mirabeau Park Hotel ed ex presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Catanzaro – ma volevamo dare un segnale forte al comparto turistico del nostro territorio, continuando a dare un servizio in questa terra che Madre Natura ha benedetto, regalando un mare (e non solo quello) e un paesaggio in generale, inestimabili. La nostra clientela abituale ha fatto non poca pressione, persuadendoci a non scoraggiarci, a rimboccarci le maniche e dare il via alla nuova stagione che, seppure in condizioni particolari, merita di essere onorata. A questo – prosegue Froio – abbiamo aggiunto le nostre valutazioni sui posti di lavoro che andavano salvati e, dunque, abbiamo preso coraggio per riaprire. Certo, non lo faremo con superficialità, facendo finta che non sia accaduto nulla, perché non è così (anche se mi guardo intorno e vedo che non tutti la pensano come noi).

Anche per rispetto di tutte le vite che questo maledetto Covid si è portato via, è necessario mantenere tutte le precauzioni necessarie. Ma dobbiamo avere rispetto anche per le migliaia di viaggiatori, turisti, che ogni anno ci onorano della loro presenza e che anche per questa estate accoglieremo a braccia aperte e con il sorriso”.

News Correlate