domenica, 6 Dicembre 2020

Da cameriera a bracciante, il racconto di una stagionale del turismo riccionese

“Raccolgo le fragole, mi abbronzo, lavoro con la testa sgombra e col sorriso. Insomma sono felice”. È il racconto di Paola Caramori, riccionese di 43 anni che ha sempre lavorato come cameriera stagionale in hotel e che da poco è passata all’agroalimentare. “Ho tre figli da mantenere e mio marito al momento ha la cassa integrazione”, racconta la donna che ha aderito a un programma del Comune di Riccione per il ricollocamento degli stagionali del turismo in aziende agricole locali in cerca di manodopera.
“Con la stagione che non si sa quando partirà, dobbiamo darci da fare, il lavoro non mi spaventa e quindi via abbiamo preso l’occasione al volo. Un bel sollievo sapere che la mattina ti alzi e hai un lavoro”, ha aggiunto

News Correlate