mercoledì, 28 Ottobre 2020

Terremoto. Recuperate le opere d’arte di due chiese di Accumoli

Le opere d’arte che erano custodite nella chiesa di Santa Maria della Misericordia e in quella della Madonna delle Coste ad Accumoli, distrutte dal sisma del 24 agosto, sono state recuperate da un gruppo di storici e restauratori del Mibact. Dalle macerie sono state estratte pale d’altare, dipinti, reliquari, candelabri, statue lignee, paramenti liturgici e numerosi ex-voto. In particolare, dalla chiesa della Madonna delle Coste è stata prelevata, tra gli altri oggetti sacri, anche una croce processionale in lamina d’argento sbalzata e cesellata risalente al XVI secolo, mentre da Santa Maria della Misericordia, insieme a diversi quadri, è stata recuperata la cimasa dell’altare con la Trinità, opera di Alessandro Turchi detto l’Orbetto.

L’operazione è stata condotta della squadra rilevamento danni del Mibact, assistiti dai tecnici dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro, con l’assistenza di Vigili del Fuoco, Carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale, Protezione Civile e volontari. Tutte le opere salvate adesso si trovano nella caserma della scuola della Guardia Forestale di Cittaducale.

“Si tratta di un altro importante risultato conseguito dai tecnici e funzionari del Mibact – ha dichiarato il ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini – che stanno operando con grande professionalità, passione e spirito di sacrificio per il recupero del patrimonio culturale nelle aree colpite dal sisma”.    

News Correlate