mercoledì, 8 aprile 2020

A Viterbo un consorzio per il turismo congressuale

Il nuovo “Etruria Congressi ed Eventi” punta molto sull’aeroporto

Si chiama “Etruria Congressi ed Eventi”, il nuovo Consorzio nato con l’obiettivo di organizzare e curare la realizzazione di congressi, meeting, convention ed eventi nell’area della Tuscia.
“Oggi – ha sottolineato Vincenzo Peparello, presidente del CAT (Centro Assistenza Tecnica Sviluppo Impresa) di Viterbo, nonché Presidente del Consorzio – le strutture alberghiere della Provincia sono sottoutilizzate e molti complessi di gran pregio, spesso restaurati con fondi pubblici, non sono stati neppure messi in rete. Con il congressuale, non soltanto vogliamo recuperare quelle quote di mercato perdute in altri settori, ma puntare alla destagionalizzazione del prodotto turistico, dare sviluppo alle nostre imprese e salvaguardare un patrimonio artistico che appartiene alla collettività”.
Sulla necessità di creare una partenership pubblico/privato si è espressa anche l’assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Viterbo, Fosca Mauri Tasciotti, anche e soprattutto in occasione delle iniziative che dovranno essere intraprese per la realizzazione del nuovo aeroporto. E proprio a proposito del nuovo scalo, il vice presidente del Consorzio, Roberto Rajata, ha auspicato che sia a vocazione low cost.
“L’idea di una entità che punti al congressuale – ha commentato Federica Alatri, presidente dell’Agenzia di Promozione Turistica di Roma e Lazio, che ha preso parte alla presentazione del Consorzio – per destagionalizzare il turismo e alzare l’indice di occupazione negli hotel della provincia, è sicuramente apprezzabile. Ma questo non basta. Per promuovere un prodotto in grado di reggere il mercato, occorre puntare sulla qualità e sulla promozione. Per questo auspico l’uscita al più presto di un catalogo che possa raggiungere gli operatori che quel prodotto dovranno poi vendere e commercializzare sui mercati nazionali ed esteri”. 
 

News Correlate