Roma, entro il 2010 pronto distretto congressuale

Previsto un giro d’affari intorno ai 150 milioni di euro l’anno

Sarà completato alla fine del 2010 il distretto congressuale di Roma, nel quartiere dell’Eur, che permetterà alla capitale e all’Italia di affacciarsi sul mercato internazionale in modo vincente. Il "Roma Business District" è stato presentato dall’amministratore delegato di Eur S.p.a. Mauro Miccio, e dal presidente di Italcongressi Massimo Fabio, in occasione della Borsa del turismo congressuale in corso alla nuova Fiera di Roma. Il potenziale di offerta del distretto congressuale nella sua interezza – hanno spiegato Miccio e Fabio – è pari a circa 22mila posti a sedere che, con la nascita del nuovo Centro Congressi progettato da Massimiliano Fuksas, arriveranno a 32mila unità, generando un giro d’affari stimato intorno ai 190 milioni di euro l’anno, di cui 55 milioni saranno i ricavi diretti del Centro Congressi, e 135 milioni l’indotto. Intanto al Roma Business District, hanno aderito strutture congressuali, imprese di servizi, sponsor tra i quali spiccano: l’Auditorium del Massimo, l’Auditorium della Tecnica, il Palazzo dei Congressi, la Fiera di Roma, Aeroporti di Roma.
 

News Correlate