martedì, 7 Dicembre 2021

CNA Roma punta sul turismo esperienziale per rilanciare il territorio

Le opportunità del turismo esperienziale e di una costruzione efficace delle proposte turistiche sul territorio sono state al centro dell’evento organizzato da CNA Roma dal titolo ‘Roma è, nuove esperienze di viaggio a Roma e dintorni’, che si è tenuto al TTG Travel Experience di Rimini, alla presenza di stakeholder, giornalisti e buyer nazionali e internazionali e che ha visto l’intervento dell’assessore alla Regione Lazio Valentina Corrado.
Le emergenze sanitarie e le restrizioni hanno modificato radicalmente il modo di vivere le vacanze. Oggi il mondo della travel industry deve misurarsi con le nuove esigenze dei turisti internazionali, sempre più alla ricerca di autenticità, emozioni, attività open air e distanziamento, natura, sostenibilità, cultura, contatto con le realtà locali e scoperta delle identità territoriali.
“La visione complessiva e strategica di questo spaccato territoriale ci consente di approcciare al turismo con un nuovo paradigma – spiega Stefano Di Niola, Segretario della CNA di Roma – un modello industriale che parli sì di segmenti turistici, ma sappia anche valorizzare le loro interconnessioni e sia in grado di creare un circuito virtuoso di tutte le realtà presenti sul territorio in grado di fare accoglienza di qualità”.
“È proprio con la finalità di valorizzare il turismo esperienziale, oggi vera chiave di rilancio di tutta la filiera, che 5 anni fa è nato CNA Turismo e Commercio – dice Marco Misischia, presidente di CNA Turismo Roma – Abbiamo lavorato per valorizzare l’attività di migliaia di artigiani dell’ospitalità e non solo, imprenditori piccoli e medi di settori chiave per il turismo, come agenzie di viaggi e tour operator, realtà dell’agroalimentare, della ristorazione, delle lavorazioni artigianali, e così via. Rappresentare tutte queste ‘anime’ della piccola e media imprenditoria italiana ci permette di garantire un’offerta ricca e diversificata, con proposte che si completano e si rafforzano reciprocamente, rispondendo con efficacia, competenza e concretezza alle esigenze dei nuovi viaggiatori”.
“Abbiamo davanti una grande sfida: riportare Roma e l’intero territorio regionale al centro dei flussi turistici nazionali ed internazionali. In questi mesi abbiamo lavorato in completa sinergia con tutti gli stakeholder, in particolare con le Associazioni di categoria, per costruire insieme “Più notti, più sogni”, una misura di valore per gli operatori del turismo, turisti e territori – afferma Valentina Corrado, assessore al Turismo della Regione Lazio – Con questo spirito lavoriamo insieme per andare oltre la ripartenza del comparto turistico del Lazio, e del suo indotto, anche attraverso la creazione e la valorizzazione di nuove destinazioni turistiche ed esperienze di viaggio”.
In questo contesto, l’inserimento dei poli culturali in circuiti turistici più ampi e diversificati, che contemplino anche attività di scoperta e conoscenza dell’identità territoriale, dell’artigianato, la proposta di eccellenze locali, percorsi del gusto, dei saperi e delle tradizioni, parchi archeologici, naturali e marini, borghi, terme, etc. risulteranno fondamentali per aumentare l’appeal dei territori nei confronti del mercato domestico e internazionale.
Diverse sono state le proposte di viaggio illustrate alla platea di stakeholder, giornalisti e buyer nazionali e internazionali presente:

Per Roma

–  Carrani Tour – Italian Renaissance
–  MDS Experience – Passeggiate nei Rioni di Roma

2 – Area Roma Nord Est

–  Associazione Aefula – Paolo Proietti ‘I Giganti dell’acqua’
–  Associazione Tivoli host – Pietro Conversi ‘Il Travertino Romano’
–  Associazione TO Tiburtini – Renato Chioccia ‘Aperitivo al tramonto’ e ‘Alla scoperta delle peschiere’

3 – Area Castelli Romani

– Denise Viaggi di Donatella Belfiore – ‘The big wild outdoor experience’

News Correlate