lunedì, 30 Novembre 2020

Nuova tappe per il Grand Tour: tocca a Matelica e Recanati

Sulle orme di Goethe e Stendhal, il Grand Tour delle Marche si arricchisce di 2 affascinanti tappe.

Dal 21 al 23 luglio, il Verdicchio Matelica Festival è un’esperienza da vivere con il calice in mano ed il cuore aperto alle suggestioni dell’arte e dello spettacolo. Tre giorni di performance, mostre e sorprese tra le vie e le piazze dell’antico municipio romano, che stimola il visitatore a divagazioni storiche ed archeologiche.

‘Buon compleanno Verdicchio!’ è il tributo ad uno dei vini bianchi più apprezzati d’Italia, con il quale giovedì 21 luglio si apre il Festival. Produttori, volti noti, personaggi di settore e amanti del Verdicchio saranno protagonisti di un talk show sul tema ‘Vino buono e vino famoso’, che celebrerà anche la ‘Spiga Verde’, riconoscimento conferito alla città di Matelica in ambito ‘green’.

La musica sarà la voce narrante del Festival, organizzato dal Comune di Matelica, che guarda alla tradizione folk, con incursioni Blues e aperitivi musicali. Il venerdì sera una performance di teatro dialettale introdurrà l’intensa ‘Notte del Verdicchio’, scandita da calici e note musicali ed accompagnata anche da degustazioni di sigari.

Per i più attivi slowtrotters e wine lovers, per tutta la giornata di sabato sarà possibile visitare le cantine accompagnati dai vignaioli, assaggiare ed acquistare a km 0 il Verdicchio di Matelica, prima del gran finale in centro storico con lo spettacolo-degustazione ‘vino divino’.

Dal 23 al 24 luglio, è Amantica ad animare l’antico borgo di Castelnuovo a Recanati. Un Festival da vivere ‘tutto d’un fiato’ trasportati dalle vivaci sonorità dell’organetto. Per 2 giorni la comunità di Castelnuovo si trasforma in un grande palcoscenico all’aperto, dove artisti, cittadini e visitatori divengono, tutti insieme, attori protagonisti di uno spettacolo ‘ancestrale’ fatto di movimento, sonorità e rare atmosfere.

Un Festival di musica popolare che guarda alle altre comunità: laboratori di tammuriata, pizzica e tamburello, balli folk, concerti con artisti di fama internazionale. Da non perdere gli ‘show itineranti’ per vicoli e piazzette, insieme ai workshop dedicati all’organetto ed alle speciali attività di avvicinamento studiate per i più piccoli. 

News Correlate