mercoledì, 21 Aprile 2021

Dalla regione un “progettone” per l’Appennino

Si tratta di un progetto per la valorizzazione dell’ambiente

Trasformare un territorio di 256mila ettari, gran parte abbandonato, in un’opportunità di sviluppo per la montagna. E’ questo l’obiettivo del cosidetto “progettone”, il programma di sviluppo ecosostenibile dell’Appennino che la regione intende mettere in campo nei prossimi anni. Si tratta di un progetto per la valorizzazione dell’ambiente e del prodotto turistico che parte da Fonte Avellana, luogo ideale dello sviluppo ecosostenibile, dove nel 1996 venne firmata l’omonima Carta documento strategico per la crescita della montagna. Circa 10 milioni e mezzo i fondi che le Centrali cooperative e i sindacati per l’approvazione hanno chiesto alla giunta regionale per far decollare un progetto che punta a cambiare il volto turistico della regione del centro Italia. Dopo il si della giunta ora è indispensabile che il piano forestale regionale passi dopo il voto dell’aula del consiglio regionale. Il piano è lo strumento giuridico essenziale per una programmazione futura. Già ora coinvolge 27 coop forestali, con 300 occupati e un fatturato annuo di 10 milioni. Ma è uno strumento necessario per aprire la strada ai successivi investimenti sul territorio.

News Correlate