mercoledì, 8 Luglio 2020

Federalberghi e “Acque chiare” contro Campobasso

La Provincia è accusata di non saper valorizzare le risorse turistiche

Federalberghi e “Acque chiare” hanno accusato la provincia di Campobasso di non saper valorizzare a pieno le risorse turistiche molisane. Motivo del contendere la partecipazione provinciale alla Bit di Milano che si conclude domenica 22 febbraio. Il Consorzio Turistico Molisano “Acque Chiare” rappresentato da Giancarlo Perrella e la Federalberghi presieduta da Anna Vaccaro chiedono al presidente della Provincia Nicola D’Ascanio se “al fine di valorizzare la nostra storia, la cultura, il paesaggio e l’ambiente è sufficiente qualche degustazione di prodotti tipici o una semplice presenza istituzionale da parte di qualche membro della giunta provinciale? Non crediamo – aggiungono – che sia corretto parlare di promozione turistica dal momento che, in questa occasione il soggetto promotore dell’iniziativa è il Coordinamento Meridionale Agricoltura, formato dall’unione degli assessorati delle province meridionali d’Italia. A nostro avviso – concludono – servono scelte partecipate con gli operatori turistici molisani ed un confronto soprattutto tra Enti istituzionali per poter ottimizzare le poche risorse economiche riservate al settore turistico molisano ed approfittare tutti insieme delle differenti iniziative utili alla promozione territoriale”.

News Correlate