martedì, 1 Dicembre 2020

Hotels.com: a Capri gli alberghi più cari d’Italia

Nella top 5 anche Taormina, Viareggio, Stresa e Bolzano. E in Sicilia i prezzi scendono

L'isola di Capri, nonostante un crollo dei prezzi del 18% dovuto principalmente a una campagna di sconti sulle prenotazioni effettuate in anticipo, rimane la destinazione più costosa d'Italia (e del mondo per i viaggiatori che pagano in euro), con una media di 203 euro per camera a notte: è quanto risulta all'Hotel Price Index, analisi sull'andamento dei prezzi degli alberghi di tutto il mondo stilata da Hotels.com.
Nella classifica delle città più care d'Italia, l'isola è seguita da Taormina (140 euro), cresciuta del 6%, e da Viareggio, città in cui i prezzi sono rimasti sostanzialmente stabili (-1%) rispetto al 2010 a 138 a notte. Nella top 5 delle città più costose si trovano poi Stresa (-12% a 138) e Bolzano, che ha registrato un aumento del 7% arrivando a 135 per camera a notte. 
Per Sardegna e Sicilia sono stati invece registrati cali percentuali dei prezzi a due cifre: nella prima, Alghero e Olbia hanno evidenziato rispettivamente -21 e -20% rispetto a un anno fa attestandosi a 112 e 103 euro, principalmente a causa degli sconti praticati dagli albergatori a seguito del calo delle prenotazioni dopo l'aumento dei prezzi dei trasporti marittimi; per la seconda svettano Agrigento e Giardini-Naxos, in frenata  dell'11%, mentre Palermo e Cefalù hanno subito un calo dei prezzi del 7%.   

News Correlate