lunedì, 20 Maggio 2024

Ticino Convention Bureau diventa Centro competenza gestione turismo d’affari

Il turismo d’affari è in forte ripresa da inizio 2022. Con il Ticino Convention Bureau, presentato in occasione di una conferenza stampa organizzata presso l’Istituto di Ricerca in Biomedicina (IRB) di Bellinzona, l’Agenzia turistica ticinese, le quattro organizzazioni turistiche regionali e le principali città del Cantone intendono, con il sostegno dell’Ufficio per lo sviluppo economico della Divisione dell’economia, dare ulteriore slancio allo sviluppo del turismo d’affari nella nostra regione. L’obiettivo è posizionare il Ticino tra le sei prime destinazioni del settore in Svizzera.
In apertura della conferenza stampa il Consigliere di Stato e Direttore del Dipartimento delle finanze e dell’economia (DFE) Christian Vitta ha sottolineato come il Ticino Convention Bureau, sostenuto dall’Ufficio per lo sviluppo economico della Divisione dell’economia con un importante contributo ai sensi della politica economica regionale, porterà il Cantone a essere ancora più competitivo nell’ambito del turismo congressuale e degli affari. Un settore, quest’ultimo, che prima della pandemia rappresentava circa il 20% dei pernottamenti nel Cantone e che presenta inoltre delle opportunità interessanti anche, ad esempio, per quanto riguarda la destagionalizzazione della domanda turistica, potendo aumentare l’occupazione di camere e sale per eventi nei periodi da marzo a giugno e da settembre a novembre.
Il Direttore del DFE ha inoltre sottolineato come questa nuova entità sia un bell’esempio di unione d’intenti e collaborazione, grazie a cui la gestione del turismo d’affari in Ticino sarà coordinata, professionalizzata e competitiva, a tutto vantaggio di una maggiore attrattiva turistica del Cantone e delle sue destinazioni.
La clientela MICE risulta essere particolarmente interessante non solo perché ha un target di spesa molto elevato, ma perché con la richiesta di strutture e spazi all’avanguardia e dotati di tecnologie di ultima generazione spinge ad investire sulla qualità dell’offerta turistica. Proprio nel segmento MICE si riscontrano alcune delle nuove tendenze nel turismo.
Angelo Trotta, direttore dell’Agenzia turistica ticinese, da parte sua ha rilevato: “Combinare il lavoro con il tempo libero è una tendenza globale che la pandemia ha accentuato ancor di più. I concetti di bleisure (prolungare il soggiorno per scopi privati dopo un evento aziendale) e workation (combinare simultaneamente vacanza e smart working) sono quindi in forte ascesa. Stiamo entrando nell’era del nuovo lavoro, dove si parla anche di nomadi digitali. In un mondo del lavoro sempre più frammentato e diversificato i viaggi incentive e viaggi dedicati al team building guadagneranno sempre più di significato”.
“L’istituzione di questo centro consente di condividere e valorizzare le conoscenze e le competenze dei professionisti che da anni lavorano nel settore con l’obiettivo ultimo di portare più eventi aziendali in Ticino e generare di conseguenza indotto economico per i partner turistici”, ha detto Samuel Righetti, coordinatore del Ticino Convention Bureau.
I mercati di riferimento del Ticino Convention Bureau saranno quelli classici del turismo d’affari, ovvero meeting, incentive, congressi ed eventi, inclusi i matrimoni. Il raggio d’azione sarà prevalentemente la Svizzera, senza però escludere il posizionamento opportunistico della destinazione a livello internazionale. La clientela MICE che entrerà in contatto con il Ticino Convention Bureau beneficerà di una gamma di servizi che spaziano dalla semplice consulenza specialistica sulle strutture e attività MICE presenti sul territorio cantonale fino alla pianificazione e all’organizzazione del loro evento per tramite di agenzie ticinesi specializzate. Grazie a questo centro di competenza e ai partner locali che compongono il prodotto, la clientela MICE potrà approfittare di un punto di riferimento unico in Ticino e valersi così di un servizio completo per il suo evento.

News Correlate