TESTMSL

Da Emirates nuovi standard per la sicurezza di passeggeri e dipendenti

Emirates ha introdotto nuove misure di sicurezza e igieniche all’interno dei propri aerei e delle strutture a terra, al fine di garantire a clienti e dipendenti i più elevati standard anti Covid-19 in ogni fase del viaggio. Le nuove procedure sono entrate in vigore insieme alla ripresa dei voli passeggeri verso 9 destinazioni, inclusa Milano.

“Emirates sta implementando una serie di misure completamente nuove in ogni fase del viaggio, al fine di migliorare i procedimenti di sanificazione di tutte le aree sensibili, ovvero quelle esposte ad un maggiore contatto. Misure volte a garantire la sicurezza dei nostri clienti e dipendenti. Sebbene il rischio di contrarre un’infezione su un aereo sia già molto basso, abbiamo compiuto tutti gli sforzi possibili per riesaminare e riprogettare ogni singolo passaggio che compie un viaggiatore, dalla fase di check-in a quella di sbarco, per ridurre ulteriormente il rischio di contagio – ha detto Adel Al Redha, Chief Operating Officer di Emirates – Stiamo lavorando insieme a tutti le parti interessate – aeroporti, autorità per l’immigrazione, per la salute, l’aviazione – per l’attuazione di tali misure. Inoltre, queste saranno suscettibili di modifiche dietro il consiglio degli esperti”.

Nell’aeroporto internazionale di Dubai e sui voli diretti verso la capitale emiratina, Emirates ha messo a disposizione di tutti i passeggeri, gratuitamente, kit per l’igiene. Questi includono mascherine, guanti, disinfettante per le mani e salviette antibatteriche. Si tratta di una misura integrativa delle misure obbligatorie già introdotte per tutelare passeggeri e dipendenti.

Guanti e mascherine sono per tutti obbligatori all’interno dell’aeroporto di Dubai, mentre sui voli Emirates è necessario solo l’utilizzo della mascherina. All’arrivo in aeroporto la temperatura corporea di tutti verrà rilevata tramite scanner termici. Per quanto riguarda i protocolli di distanziamento sociale, nell’aeroporto internazionale di Dubai sono stati posizionati a terra, nelle sale di attesa e negli uffici immigrazione, degli indicatori che segnalano la distanza di sicurezza da mantenere durante le fasi di check-in, trasferimento, imbarco. Delle barriere protettive sono state installate presso i desk del check-in e degli sportelli immigrazione per garantire interazioni sociali in maggiore sicurezza.

I viaggiatori che fanno scalo presso l’aeroporto di Dubai e transitano al suo interno per andare a prendere un altro volo, saranno sottoposti a misurazione della temperatura durante lo sbarco. Anche i desk delle aree di transito sono stati dotati di barriere protettive. Il personale dell’aeroporto, dotato di dispositivi di protezione individuale (DPI), supporterà a distanza di sicurezza i clienti che necessitano di assistenza. Ai clienti verrà distribuito al gate, prima di imbarcarsi sul nuovo volo, un kit di igiene aggiuntivo.

La fase di imbarco è stata scaglionata secondo l’ordine di fila: verranno imbarcati prima i clienti delle ultime file, in gruppo ridotti. Le aree di attesa sono state modificate per garantire il rispetto delle distanze di sicurezza. Il personale d’imbarco Emirates, dotato di DPI, faciliterà la sequenza di imbarco. Inoltre, le porte di accesso verranno disinfettate dopo ogni fase di imbarco.

Tutto il personale di bordo a bordo è completamente equipaggiato con DPI. Per garantire i più elevati standard di sicurezza e igienici, Emirates ha aggiunto all’equipaggio la figura del cabin service assistant (CSA), che opererà sui voli di durata superiore a 1h e 30m. I CSA assicureranno che i servizi igienici vengano puliti a intervalli di 45 minuti. Ogni bagno è stato dotato di sapone igienizzante e di istruzioni per il corretto lavaggio delle mani.

Al fine di ridurre al minimo il rischio di contagio tramite contatto, non saranno più disponibili riviste o altro materiale di lettura. Oggetti per il comfort di volo come materassi, cuscini, coperte, cuffie e giocattoli saranno sigillati igienicamente. Per quanto riguarda la ristorazione di bordo, nelle classi premium saranno forniti ai passeggeri menù e liste di vini monouso. I pasti caldi saranno serviti insieme posate e stoviglie di alta qualità, sterilizzate prima di ogni utilizzo.

Il bagaglio a mano dovrà essere alloggiato nella stiva e in cabina saranno ammessi solo oggetti essenziali, come laptop, borsa, valigette e articoli per bambini. Si richiede gentilmente ai clienti di dotarsi di penne per compilare i moduli certificazione sanitaria, obbligatori per alcune destinazioni.

Emirates ha avviato un rigoroso programma di sicurezza per garantire che le cabine degli aerei siano sempre pulite ed igienizzate. Queste sono state dotate di avanzati filtri per l’aria HEPA in grado di rimuovere il 99.97% dei batteri, polveri, allergeni e germi: una soluzione che consente di avere un ambiente sano e sicuro. Dopo il viaggio e atterraggio a Dubai, ogni aereo sarà sottoposto ad avanzati sistemi di pulizia ed igienizzazione per garantire la massima sicurezza ed elevati standard igienico-sanitari.

Per tutelare la salute dei dipendenti, Emirates ha messo a disposizione del proprio equipaggio di bordo e di cabina auto personali, al fine di consentire di muoversi da o verso casa in autonomia. Il check-in del personale Emirates avviene in una struttura dell’aeroporto dedicata e isolata. Dove possibile, sono state ridotte le soste nelle città di destinazione, mentre per i voli a lungo raggio, dove le soste sono necessarie, l’equipaggio alloggerà nelle camere singole degli hotel. Una volta tornato a Dubai, dove risiede tutto l’equipaggio Emirates, ogni dipendente Emirates verrà sottoposto al test per il Covid-19. Inoltre, in vista della ripresa delle attività, ogni membro dell’equipaggio, a meno che non sia rimasto in servizio, è stato sottoposto ad una quarantena di 14 giorni presso la propria abitazione.

News Correlate