mercoledì, 30 Settembre 2020

Emirates riprende a volare anche su Birmingham, Cebu e Houston

Emirates annuncia la ripresa dei voli verso Birmingham (dal 1° settembre), Cebu, e Houston ed allarga così il proprio network internazionale a 74 destinazioni, offrendo ai propri clienti la possibilità di raggiungere comodamente Medio Oriente, Africa, Asia Pacifica, Europa e le Americhe attraverso l’hub di Dubai.

I voli tra Dubai e Birmingham saranno operati quattro volte a settimana, mentre quelli tra Dubai e Cebu hanno una frequenza di due voli settimanali. Per entrambe le rotte viene utilizzato il Boeing 777-300ER.

E’ invece il Boeing 777-200LR ad operare nella rotta per Houston, servita da tre voli settimanali. Attualmente Emirates mette in collegamento 6 destinazioni negli Stati Uniti: oltre a Huston, anche New York JFK, Washington DC, Boston, Chicago e Los Angeles, per un totale di 27 voli operati settimanalmente nei cieli americani.

I viaggiatori possono anche fermarsi a Dubai che, dal 7 luglio, è nuovamente aperta a tutti i visitatori: sia coloro che viaggiano per turismo che per affari.

I test PCR per il Covid-19 sono obbligatori per tutti i passeggeri che arrivano o transitano a Dubai (e negli Emirati Arabi Uniti), inclusi cittadini degli Emirati Arabi Uniti, residenti e turisti, indipendentemente dal paese di provenienza.

News Correlate