giovedì, 30 Maggio 2024

Leonardo scommette su sistemi di smistamento bagagli negli Usa

Leonardo scommette sugli Usa per esportare il suo sistema di smistamento bagagli nel comparto degli aeroporti e anche nelle crociere dopo il contratto firmato insieme a Fincantieri Infrastructure per il nuovo terminal crociere di Msc a Miami. A spiegarlo il direttore della business unit Automation di Leonardo Massimiliano Veltroni a Genova a margine del convegno ‘Il futuro del trasporto marittimo: sfide, opportunità e tecnologie’ organizzato dal Comune di Genova e City of London, in collaborazione con il governo britannico.

“Il progetto con Msc, il primo in assoluto a cui lavoriamo a livello di terminal crociere, pensiamo possa essere solo l’inizio, anche perché la stessa compagnia crocieristica ha altri progetti simili negli Usa, in Spagna e in Asia. È un progetto che nasce dall’Italia e va negli Usa, ora stiamo provando ad acquisire business direttamente negli Stati Uniti – afferma Veltroni – Nel settore aeroportuale il primo contratto lo abbiamo annunciato pochi mesi fa sull’aeroporto di Denver, sempre per un sistema di smistamento bagagli con il sistema cross-belt in cui siamo leader in Europa. Ha suscitato molto interesse e adesso stiamo lavorando su altri aeroporti: siamo in contatto con Melbourne, con l’aeroporto di Columbus, con Houston e Los Angeles. La nostra sfida è trovare una soluzione adatta per aeroporti di media taglia – continua Veltroni -, la media taglia americana, che significa per noi europei comunque grandi aeroporti. Siamo partiti dallo spiegare la nostra tecnologia che in Europa è uno standard, ma qui è nuova. I nostri sistemi di smistamento bagagli infatti sono già operativi in Francia, Germania e Svizzera, ad esempio, oltre all’Italia e stiamo cercando di crescere in Medio Oriente”.

La tecnologia esportata nasce a Genova, dove oltre ai sistemi per lo smistamento bagagli vengono sviluppate soluzioni per hub logistici completamente automatizzati, Leonardo infatti è fornitore anche di sistemi di smistamento pacchi ad esempio ad Amazon, Dhl, Poste italiane, austriache e ungheresi e Sda.

News Correlate