sabato, 28 Novembre 2020

Crociere comparto economicamente ‘chiuso’ e poco connesso con turismo

Landi di SL&A turismo e territorio parla di una calo di redditività del segmento

E' iniziata la curva discendente per il settore crocieristico? Secondo Stefano Landi, presidente di SL&A turismo e territorio, società di consulenza in tema di turismo, a calare è soprattutto la redditività. "Tutte le curve si smorzano, mostrando il rischio di una fase di maturità – spiega – mentre la cantieristica navale registra cali assoluti, sia di fatturato che si occupazione. Inoltre le crociere dimostrano di essere un comparto economicamente 'chiuso' e poco connesso con il turismo: solo il 3,8% dell'impatto economico complessivo beneficia gli alberghi e i ristoranti, il 6,2% il commercio, il 13,4% i trasporti. E' quindi venuto il momento di integrare il fenomeno crocieristico al sistema turistico nazionale, per rafforzare sia il primo che il secondo".  

News Correlate