giovedì, 5 Agosto 2021

Costa Deliziosa sfiora incidente a Venezia: procura aprirà fascicolo

È annunciato un vertice, oggi, tra la Procura di Venezia e la Capitaneria di porto lagunare per raccogliere i primi elementi sull’incidente sfiorato ieri con una nave di Costa crociere che ha rischiato di andare a sbattere contro la riva poco lontano da San Marco.

Il Pm Andrea Pedroni aprirà, come atto dovuto, un fascicolo sulla vicenda, senza ipotesi di reato ed indagati al momento, in attesa di ricevere tutti gli elementi formali e sostanziali sulla vicenda.

Da chiarire – secondo quanto si è appreso – c’è soprattutto il perché la nave abbia lasciato gli ormeggi quando era conclamato il maltempo e il perché non ne sia stata rimandata la partenza di qualche ora per manovrare in sicurezza.

Nel tardo pomeriggio di ieri, Costa Deliziosa ha lasciato l’approdo della marittima per iniziare una crociera quando è sopravvenuto un nubifragio con vento intenso sulla città. Proprio l’effetto ‘vela’ sulle murate della nave costretta a percorrere un canale e venendo presa di infilata, l’ha portata a scarrocciare verso la riva dei Sette Martiri, mettendo in difficoltà la navigazione dei vaporetti del servizio pubblico e rischiando di collidere con uno yacht ancorato (il personale di bordo è stato costretto ad una fuga repentina). I rimorchiatori che ‘controllavano’ la nave sono però riusciti ad evitare il peggio trattenendo la Costa Deliziosa e rimettendola in assetto.

Nella serata di ieri, Costa Crociere ha immediatamente diffuso la sua versione dell’accaduto. Nell’addebitare quanto successo al “violento, straordinario e improvviso evento meteorologico che ha interessato il Nord Est”, la compagnia sottolinea che le violente raffiche di vento “hanno causato una deviazione durante il passaggio nel Canale della Giudecca, effettuato come sempre sotto le indicazioni del Comandante del Porto, del pilota e dei tre rimorchiatori a cui la nave era legata e che hanno con prontezza assistito la nave nella manovra”. Per Costa, il comandante “ha sempre mantenuto il controllo della nave, pur in condizioni di estrema e improvvisa difficoltà”.

“Ho già disposto una immediata ispezione ministeriale per verificare quanto accaduto a Venezia”, ha subito scritto su Fb il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli. “Il terzo rimorchiatore che abbiamo imposto – aggiunge – è stato determinante per evitare un incidente. Ma non basta. Dopo 15 anni di nulla, siamo vicini a una soluzione per togliere le grandi navi da San Marco. E lo faremo tutelando sicurezza, ambiente, turismo e occupazione”.

(foto tratta dal sito https://www.newnotizie.it)

News Correlate