sabato, 6 Marzo 2021

Niente aumento per tassa d’imbarco su aerei: resta di 6,50 euro

Passo indietro del governo: la tassa d’imbarco sugli aerei non aumenta ma i 3 euro, già previsti dalla legge Fornero, continueranno a finanziare – ma solo al 50% – il fondo di solidarietà per il personale del trasporto aereo. Lo prevede un nuovo articolo inserito nell’ultima bozza del decretone con il reddito di cittadinanza e Quota 100. Per compensare l’Inps, al quale le risorse erano precedentemente destinate a partire da quest’anno, sono previsti 125 milioni raccolti dai fondi del ministero dell’Economia. Dal 2020, invece, l’intero incremento di 3 euro finirà nelle casse dell’istituto di previdenza.

Dunque, la norma non poterà alcun aumento sulla tassa d’imbarco che, tra balzello base e incremento addizionale, rimane di 6,5 euro per l’imbarco nella maggior parte degli aeroporti e a 7,5 euro per Ciampino e Fiumicino.

News Correlate