domenica, 27 Settembre 2020

Bansko è meta top cheap in Europa per una vacanza sugli sci

Bansko in Bulgaria è la destinazione che offre i prezzi migliori alle famiglie italiane per una vacanza sugli sci. È quanto rivela lo studio annuale di comparazione prezzi di TripAdvisor realizzato dall’agenzia di ricerca indipendente Ipsos MORI, che ha analizzato 42 destinazioni europee.

Bansko offre la possibilità di godersi una settimana sulle piste da sci, comprensiva di hotel, ski pass, noleggio sci, cena e bevande per una famiglia di quattro persone, a un costo complessivo di 1.727 euro, circa quattro volte in meno rispetto alla destinazione più cara, Zermatt in Svizzera, dove lo stesso soggiorno ha un prezzo di 6.494 euro.

Bansko non solo detiene la medaglia d’oro per la destinazione più conveniente ma addirittura vanta un calo dei costi complessivi di 308 euro rispetto a un anno fa. Zermatt, invece, ha scalato 3 posizioni rispetto allo scorso anno scalzando St. Anton in Austria tra le destinazioni più costose.

Bansko e l’Europa dell’est in generale si distinguono come le destinazioni che propongono le offerte migliori per i viaggiatori amanti degli sci quest’anno. All’interno di quest’area si trovano infatti 3 delle 6 destinazioni più convenienti: Bansko in Bulgaria, Sochi in Russia e Kranjska Gora in Slovenia. Da un’analisi a livello Paese, invece, è Andorra a vantare il primato per numero di destinazioni nella top 10 delle mete più convenienti, con 3 resort in classifica. La Svizzera, al contrario, primeggia come destinazione più costosa per lo sci con ben 5 delle 10 destinazioni più costose.

Analizzando le singole voci di costo che vanno a pesare su una vacanza di una settimana in famiglia sugli sci, è interessante notare come i prezzi cambino molto da destinazione a destinazione. Per un soggiorno di una settimana in hotel, la destinazione più cara per le famiglie è Val Thorens in Francia, con un costo di 4.174 euro. Spendendo la stessa cifra i viaggiatori potrebbero trascorrere più di un mese a Bansko, dove un soggiorno di una settimana in hotel costa 859 euro.

Per quanto riguarda l’attrezzatura da sci, Bansko si riconferma una delle destinazioni più convenienti: il noleggio del pacchetto composto da sci, scarponi e racchette ha un prezzo a famiglia di 169 euro, mentre gli ski pass di una settimana per due adulti e due bambini costano 289 euro. Dall’altra parte, delle 42 destinazioni sciistiche prese in considerazione dallo studio, Verbier in Francia è risultata essere la più costosa con un prezzo di noleggio settimanale pari a 608 euro, mentre Zermatt in Svizzera detiene il primato per il costo più alto dello ski pass settimanale, con 1.188 euro.

Sochi in Russia è la destinazione più conveniente per la cena tra quelle analizzate dallo studio quest’anno. Il costo per cenare in 4 per una settimana a Sochi è pari a 142 euro, rispetto ai 1.029 euro di Verbier in Svizzera. Per brindare con 2 birre ogni giorno della settimana Bansko è la meta più conveniente con un costo di 28 euro, mentre con 79 euro a settimana Zermatt è la destinazione più cara. A Oberstdorf in Germania si possono trovare le bevande più economiche per i bambini, con un costo settimanale di 19 euro, oltre 55 euro in meno rispetto a Zermatt, dove il costo è pari a 75 euro.

Le destinazioni italiane si posizionano a metà classifica, non ottenendo il primato di destinazioni più convenienti ma nemmeno quello di destinazioni più costose. Le tariffe più economiche tra le mete italiane prese in considerazione dallo studio sono quelle di Livigno (SO), 18^ nella classifica europea con un costo totale a settimana di 3.731 euro, circa 2.000 euro in più rispetto a quello che una famiglia spenderebbe per lo stesso periodo a Bansko, la destinazione più conveniente.

A vari chilometri di distanza da Livigno, ma a solo 20 euro di distanza in classifica, si trova Madonna di Campiglio (TN), che si posiziona al 19° posto, con un costo totale di 3.752 euro a settimana. Bisogna aspettare fino al 25°, 27° e 28° posto per trovare le altre mete italiane analizzate, che sono rispettivamente Courmayeur con un costo totale di 4.203 euro, Cervinia (AO) con 4.327 euro e Cortina d’Ampezzo (BL) con 4.661 euro.

News Correlate