sabato, 23 Gennaio 2021

Cina, attesi 230 mln viaggi per la stagione invernale

Si prevede che i turisti cinesi effettueranno 230 milioni di viaggi verso le località sciistiche durante l’attuale stagione invernale, secondo un rapporto pubblicato dalla China Tourism Academy (CTA).  Secondo il rapporto, l’attuale stagione turistica del ghiaccio e della neve, che dura da novembre 2020 a marzo 2021, dovrebbe generare entrate per oltre 390 miliardi di yuan (circa 60 miliardi di dollari). Degli intervistati per il rapporto, l’82% è disposto a prendere parte a tour sulla neve a breve distanza, mentre il 55% è disposto a iscriversi a tour a lunga distanza.
Han Yuanjun, un ricercatore del CTA, ha affermato che un numero maggiore di cinesi ora preferisce viaggiare con le proprie famiglie in viaggi intelligenti, personalizzati, indipendenti e di alta qualità sotto la regolare prevenzione e controllo COVID-19. Il business del turismo del ghiaccio e della neve in Cina è stato  colpito dalla pandemia. Durante la stagione precedente, da novembre 2019 a marzo 2020, il numero di tour si è ridotto di 130 milioni, con una perdita di entrate di 240 miliardi di yuan, rispetto alla stagione precedente. Tuttavia, il rapporto indica che la fiducia delle persone sta tornando, con più della metà degli intervistati che afferma che manterrà o aumenterà il proprio budget per tali viaggi rispetto agli anni precedenti. Gli investimenti nel turismo del ghiaccio e della neve sono aumentati negli ultimi tre anni, con un volume totale che ha raggiunto i 900 miliardi di yuan, secondo il rapporto.

News Correlate