lunedì, 28 Settembre 2020

Il World Bridge Tourism sarà un ponte tra Europa e Cina

Il progetto World Bridge Tourism sarà presentato domani, giovedì  3 novembre, da European Travel Commission ed ETOA, nell’ambito di una conferenza in calendario al Barbican Centre di Londra. L’iniziativa, promossa dalla Commissione Europea, prevede che 100 aziende del turismo europeo incontrino altrettanti tour operator outbound cinesi in un workshop a Shanghai in occasione di ITB Cina nel 2017.

Un evento simile avrà luogo nel novembre, sempre del prossimo anno, in occasione del workshop ETOA Global European Marketplace, quando 100 operatori outbound cinesi incontreranno una selezione di aziende europee.

Questi incontri B2B saranno supportati da un ampio programma di ricerca e di webinar con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza delle esigenze dei visitatori cinesi in Europa. World Bridge Tourism precederà la grande iniziativa del 2018: l’anno del turismo fra Europa e Cina. Ciò focalizzerà l’attenzione sulla crescente importanza della Cina come mercato di origine, sulla specificità della sua domanda e sui modelli di comportamento dei visitatori cinesi.

“La Cina è già un mercato di proporzioni importanti: oltre 12 milioni di visitatori sono stati registrati in destinazioni europee, e la cifra è destinata a crescere del 50% entro il 2020. Il 2018, già dichiarato Anno del turismo fra Europa e Cina, metterà tale crescita e le opportunità che rappresenta, saldamente al centro dell’attenzione”, ha detto Eduardo Santander, Executive Director di ETC.

“Il ruolo cardine che la Commissione sta assumendo risulta particolarmente adeguato, soprattutto perché i visitatori cinesi considerano l’Europa come un’unica destinazione. Tutti i mercati sono importanti, e i nuovi mercati sono particolarmente benvenuti. La Cina è senza dubbio molto interessante: la sua crescita sta avendo un impatto considerevole su tante destinazioni europee”, ha aggiunto Tom Jenkins, CEO di ETOA.

News Correlate