mercoledì, 7 Dicembre 2022

Inaugurata Expo City Dubai, città del futuro che mette al centro l’uomo

Si alza il sipario su Expo City Dubai, città del futuro che raccoglie l’eredità dell’Esposizione Universale, parte del Dubai 2040 Urban Master Plan. Inaugurata ufficialmente il 1° ottobre, un anno dopo l’apertura di Expo 2020 Dubai, questa nuova destinazione futuristica per il business e l’innovazione parte dal grande successo dei sei mesi della manifestazione per creare una città sostenibile e tecnologica del futuro, con al centro l’uomo.
La città, basata sui pilastri di sostenibilità e innovazione, comprende una selezione dei padiglioni protagonisti dell’Expo, attrazioni iconiche e un’offerta di intrattenimento che permetteranno di mantenere viva la magia e l’energia dell’esposizione universale per le generazioni future. Oltre a una serie di attività educative, culturali e di intrattenimento, Expo City Dubai ospiterà uffici, strutture per il tempo libero, ristoranti, spazi per eventi, impianti sportivi e altro ancora.
Expo City Dubai sarà priva di plastica monouso e manterrà l’80% delle infrastrutture e degli edifici costruiti per l’Expo, tra cui 123 edifici certificati LEED, che presentano i più alti livelli di progettazione, costruzione e funzionamento sostenibile. Sarà anche la prima comunità certificata WELL della regione, a dimostrazione dell’impatto positivo dell’ambiente costruito sulla salute e sul benessere.
Inoltre, il distretto fornirà un ecosistema ad alta tecnologia e un ambiente urbano per le aziende Fortune 500, piccole e medie imprese, startup, il governo e il mondo accademico per collaborare e prosperare insieme. Grazie alla sua capacità di offrire numerose opportunità alle imprese che soddisfano gli obiettivi di sostenibilità, la nuova comunità sta già attirando l’interesse di un gran numero di aziende e presto diventerà la nuova sede di DP World, Siemens e diverse start-up. Il distretto comprende anche il Dubai Exhibition Centre (DEC), che continuerà a ospitare una serie di conferenze, eventi e attività.
Per chi vuole rivivere le emozioni di Expo 2020, tra le attrazioni più visitate che riaprono ai visitatori spiccano l’iconica Al Wasl Plaza, la torre di osservazione Garden in the Sky e la cascata Surreal. Mentre Alif, il Padiglione della Mobilità, e Terra, il Padiglione della Sostenibilità, continueranno a vivere come esperienze educative interattive. Più avanti nel corso dell’anno, l’Opportunity Pavilion diventerà il Museo di Dubai dell’Expo 2020, uno spazio volto a mettere in luce la storia e l’impatto delle esposizioni mondiali e celebrare il successo dell’edizione ospitata dalla città emiratina.
Riapre anche l’iconico Women’s Pavilion, dedicato alle donne che hanno cambiato il mondo e lo straordinario Vision Pavilion, che onora la visione di Sua Altezza lo Sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, Vice Presidente e Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti e Sovrano di Dubai.
In occasione dell’inaugurazione Dubai ha lanciato l’Attractions Pass di una giornata, valido a partire dal 1° ottobre, che permetterà ai visitatori di visitare tutti i padiglioni principali. Acquistabile online sul sito www.expocitydubai.com, l’Attractions Pass consentirà inizialmente ai visitatori di accedere al Vision Pavilion e al Women’s Pavilion, già aperti, così come Terra – The Sustainability Pavilion e Alif – The Mobility Pavilion, e poi si evolverà per includere altri padiglioni e attrazioni man mano che verranno aperti.

News Correlate