venerdì, 30 Ottobre 2020

Torna fruibile al pubblico il Buddha gigante di Leshan

Dopo 6 mesi di chiusura per lavori di ristrutturazione, il Buddha gigante di Leshan, nella provincia di Sichuan nella Cina del Sud-est, è stato riaperto ai turisti. Per il restauro della statua che con i suoi 71 m di altezza è considerata il più grande Buddha al mondo, sono state utilizzate tecnologie all’avanguardia come droni per il monitoraggio aereo, scanner 3D e metodi di resistenza ad alta densità.

Prima della ristrutturazione, centinaia di piante, fra cui muschi e licheni, crescevano sul corpo del Buddha gigante. La vegetazione rimossa dalla statue è diventata un souvenir per i turisti: sono state chiamate le ‘piante fortunate di Buddha’.
Al momento, più di 80.000 souvenir sono stati venduti, per un ricavato di quasi 300.000 dollari. La statua di Buddha, scolpita in una roccia della montagna di Leshan e prospiciente a tre fiumi convergenti, è stata costruita in oltre 90 anni, a partire dal 713 d.C., durante la Dinastia Tang (618-907). E’ fra i patrimoni dell’umanità dell’Unesco.

News Correlate