lunedì, 17 Gennaio 2022

In 33 giardini d’Italia alla scoperta dei roseti più belli

Si chiama ”In Nome della Rosa” l’itinerario proposto da Grandi Giardini Italiani, il network dei più bei giardini visitabili in Italia, alla scoperta dei più bei roseti visitabili d’Italia durante i mesi di maggio e giugno quando le fioriture dei roseti raggiungono il massimo dello splendore.

I Grandi Giardini Italiani promuove la visita di 33 giardini del circuito: dal Trentino, con i fascinosi Giardini botanici di Castel Trauttmansdorff, al Veneto con il Viale delle Rose del Parco Giardino Sigurtà (VR) alla Toscana con la romantica Villa Gamberaia a Firenze; dall’esplosione di colori del Lazio con Palazzo Patrizi sul lago di Bracciano, il Roseto Vacunae Rosae e i moderni Giardini della Landriana nei pressi di Roma fino a Le stanze in fiore di Canalicchio in Sicilia.

 “Nei Giardini che partecipano all’iniziativa – spiega Judith Wade, fondatrice del circuito Grandi Giardini Italiani – i visitatori potranno ammirare varietà di rose coltivate fin dalla metà del Settecento, gruppi formatisi nell’Ottocento come le rose noisette, cinesi e le prime tea, fino ad arrivare agli ibridi di primo Novecento. Percorrendo le tappe di In Nome della Rosa rivivranno in 2 mesi 300 anni di storia delle rose”.

www.grandigiardini.it 

News Correlate