sabato, 15 Maggio 2021

Franceschini: Expo ‘laboratorio’ per il turismo del futuro

La portata di Expo in Italia è stata “sottovalutata” secondo il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini. “Credo che entro i confini nazionali ci sia stata una sottovalutazione enorme dell’impatto che avrà sull’Italia e delle potenzialità che offre” ha spiegato il ministro.

Anzi Expo può e deve essere un ‘laboratorio’ per le politiche turistiche del futuro, dato che nei prossimi anni dai paesi emergenti arriveranno sempre più visitatori. Basti considerare che ora i cinesi che vanno fuori dal loro paese sono cento milioni e fra quattro anni saranno cinquecento milioni. Il lavoro deve essere per un modello di “turismo sostenibile, di qualità non mordi e fuggi” per cui ci vuole l’impegno dell’intero sistema paese perché “la politica può fare una parte” ma non da sola. “Il lavoro da fare non è poco: solo il 15% dei turisti stranieri ora va sotto Roma, anche se ci sono i siti archeologici, Napoli, il mare, i bronzi di Riace”, ha ricordato il ministro. E fra i musei statali, su 400 solo 4 hanno un ristorante e l’80% non ha un bookshop. “Se utilizzeremo Expo per ‘vendere’ il Paese – ha sottolineato – avremo messo le basi per una strada su cui costruire uno sviluppo intelligente del turismo”.

Franceschini ha quindi reso noto che nelle due prime settimane il sito verybello ha ricevuto oltre 2,2 milioni di visitatori. Il sito, ha ricordato, contiene “oltre 1.300 eventi” con una selezione “di qualità” di quanto avviene nel nostro Paese per l’esposizione universale. ”Il sito è aperto e lo arricchiremo. E’ un vantaggio per il viaggiatore”, secondo Franceschini, e anche un modello da continuare a sfruttare per promuovere nel modo migliore l’Italia che è ”un museo diffuso”.

News Correlate