lunedì, 4 Marzo 2024

I luoghi più belli da visitare lungo la costa tra Roma e Napoli

Se avete deciso di passare le vacanze alla scoperta di Roma e Napoli, tra queste due città c’è un territorio costiero ricco di località suggestive che meritano una visita. Borghi medievali, parchi naturali e spiagge inaspettatamente belle, luoghi ben conosciuti dai locali ma spesso non presenti sugli itinerari turistici. L’Italia è in grado di regalare paesaggi meravigliosi e il litorale laziale ne è una conferma. Anche per chi ha deciso di lasciare l’auto a casa, grazie a treni e autobus di linea, esplorare queste località con i mezzi pubblici è più facile di quello che sembra.

 

Come muoversi sul litorale laziale e campano con i mezzi pubblici

Per chi vuole spostarsi rapidamente tra le due città, i treni da Roma a Napoli sono la soluzione più semplice. Oltre ai diretti, Trenitalia offre anche i regionali che permettono di fermarsi nelle città principali, tra cui Latina, Sperlonga e Gaeta.

L’alternativa sono gli autobus. Per un trasporto veloce ci può prendere la linea che parte dalla stazione Tiburtina di Roma e arriva al Metropark Centrale di Napoli. Oppure ci si può spostare grazie agli autobus di linea, soluzione che può essere adottata anche nel caso vogliate esplorare la costa nei dintorni di Roma e Napoli. Inoltre, nella capitale, in occasione dell’estate vengono attivate delle linee che dal centro portano direttamente agli stabilimenti balneari.

Il trasporto pubblico potrebbe essere più economico e veloce di quello privato, soprattutto se l’intenzione è quella di visitare le spiagge meno conosciute. Infatti durante l’alta stagione i parcheggi scarseggiano e potrebbe essere difficile fermarsi ad ammirare queste località.

Sabaudia, Sperlonga e Gaeta

Procedendo da Roma in direzione Napoli, meritano una sosta le spiagge e i paesaggi naturali di Sabaudia, città dell’Agro Pontino a sud di Latina. La costa è formata da una lunga striscia di sabbia a ridosso dei quattro laghi ed è lunga circa 15 km, nei quali si alternano parti private e pubbliche e dove ci si può fermare per una giornata in riva al mare. Questo territorio fa parte del Parco Naturale del Circeo, che si estende nell’entroterra e dove si possono vedere una varietà di paesaggi, di flora e di fauna uniche.

Proseguendo verso Napoli, tra le mete da visitare segnaliamo i borghi medievali di Sperlonga e Gaeta, collegati anch’essi da un tratto di costa ricco di storia, arte e paesaggi naturali. Considerato come uno dei borghi più belli d’Italia, Sperlonga è un piccolo villaggio sorto su un promontorio che affaccia direttamente sul Mar Tirreno. È caratterizzato dalla sua architettura medievale, dai vicoli stretti e dai vari negozi di artigianato nei quali fare shopping. Tra i siti storici degni di nota ci sono la Torre Truglia e i resti archeologici della villa dell’imperatore Tiberio, tra cui la famosa grotta. Nei dintorni si trova la spiaggia dell’Angolo, con un mare trasparente e un fondale sabbioso ideale per fare snorkeling e ammirare le specie marine che popolano quest’area.

Procedendo in direzione sud si può ammirare la costa rocciosa ricca di insenature e piccole spiagge, fino ad arrivare a Gaeta, punta settentrionale dell’omonimo golfo che si estende fino a Napoli. L’atmosfera che si respira in questa città è decisamente più napoletana, soprattutto visitando il centro storico. Sono molti gli edifici storici che si possono visitare, tra cui ricordiamo la Cattedrale dei Santi Erasmo e Marciano e la Chiesa di San Francesco, quest’ultima risultato di un restauro in stile gotico della residenza usata dallo stesso Francesco durante il suo soggiorno in città. Tra le spiagge più famose ci sono la famosa spiaggia di Serapo, raggiungibile facilmente dalla città, e la spiaggia di Sant’Agostino. Meno accessibile ma molto suggestiva è la spiaggia dell’Arenauta, la più incontaminata di Gaeta e raggiungibile scendendo una scalinata di 300 gradini che arriva direttamente al mare.

News Correlate