venerdì, 21 Gennaio 2022

Evolution Travel scommette sull’Arabia Saudita, meta turistica del futuro

Evolution Travel, grazie all’eccellente lavoro di costruzione dell’offerta e a un portale tematico dedicato, è una delle poche aziende italiane ufficialmente accreditate a trattare l’Arabia Saudita.
Il governo saudita ha stanziato, infatti, risorse miliardarie per potenziare il Paese in diversi settori e il turismo è uno dei pilastri fondamentali del programma di sviluppo “Arabia Vision 2030”, che sta portando avanti da alcuni anni con l’obiettivo far diventare la nazione una potenzia finanziaria regionale di primo piani riducendo in modo drastico la dipendenza dalle entrate petrolifere.
La decisione di inserire la destinazione tra quelle maggiormente meritevoli di attenzione è stata presa anche sulla scorta del recente fam trip ufficiale a cui Bruno Bottaro, product manager di riferimento di Evolution Travel, specializzato in mete quali l’India, il sub-continente indiano e l’Indocina, e la co-founder dell’azienda Mioara Dragomir hanno preso parte insieme a una ristretta selezione di operatori italiani. E quello che è stato un vero e proprio viaggio di iniziazione in un Paese apertosi al turismo internazionale solo nell’autunno del 2019 ne ha svelato a tutto tondo lo straordinario potenziale.
Come sottolinea Bottaro, inserito nel pool degli operatori accreditati in Arabia Saudita proprio per la sua capacità di dar vita a particolari progetti di outgoing in destinazioni in cui il turismo è in via di sviluppo: “Questo Paese sta attraversando una fase di profondo cambiamento. Potremmo dire che è alla genesi del turismo e in relazione a questo il ruolo degli operatori altamente specializzati viene ritenuto fondamentale per creare una visione condivisa e traghettare un’offerta agli albori verso un’espressione piena, matura e priva di “inesperienze”. Questo viaggio è stato molto importante anche per sfatare molti luoghi comuni che rischiano di penalizzare il lavoro di chi sta credendo fortemente nel turismo: le viaggiatrici, per esempio, possono muoversi senza problemi e senza dover rispettare un dress code con il velo o abiti lunghi”.
Il fam trip è stato molto importante, naturalmente, anche ai fini della costruzione della nuova programmazione. Quella attuale conta già diverse idee di viaggio di grande suggestione come, per esempio, il tour di 12 giorni “Saudi Arabia Adventure” che parte dalla capitale Riyadh, prosegue verso l’incantevole oasi di Hail e zone di grande valore archeologico quali Al Ula e Madain Saleh, terminando a Jeddah, moderno porto commerciale affacciato sul Mar Rosso. Molto interessanti, inoltre, le proposte incentrate sui siti UNESCO o quelle di carattere prettamente urban che uniscono la capitale e Jeddah, esplorandone anche i dintorni.
Gli investimenti futuri di Evolution Travel punteranno a valorizzare ulteriormente l’unicità di luoghi ed esperienze, focalizzando l’attenzione soprattutto su Riyadh, città costiere e particolarmente sulla zona di Al Ula, cuore turistico pieno di magia. Importanti risorse saranno dedicate anche ad alcune zone sud della destinazione fino a ora quasi totalmente fuori dalle rotte turistiche.
“L’invito a prendere parte al fam trip saudita ci ha dato molta soddisfazione: rappresenta il concreto riconoscimento del tipo di qualità e affidabilità che Evolution Travel riesce a offrire in destinazioni in cui è più che mai importante saper fare outgoing e avere una profonda conoscenza del tessuto socio-economico. L’operato, in particolare, di Bruno Bottaro sull’Oriente e il Medio Oriente, ci permette di presentarci al mercato come attori di riferimento e andremo a lavorare per esserlo ancora di più in relazione a una meta di future grandi scoperte quale l’Arabia Saudita”, conclude Mioara Dragomir, co-founder di Evolution Travel.10

News Correlate