martedì, 29 Settembre 2020

Patagonia e Terra del Fuoco nell’itinerario di Apatam Viaggi

L’Argentina è la nazione naturalisticamente più ricca e più varia dell’America meridionale. Dalla scenografica Penisola Valdés inizia la Patagonia, terra ancora oggi di avventura e dal sapore pionieristico, quella esaltata nei racconti di Chatwin, dove le manifestazioni della natura assumono aspetti e dimensioni entusiasmanti, e dove il numero degli animali supera di gran lunga quello degli uomini. Altra grande ttrattiva della Patagonia è il Parco nazionale de Los Glaciares, patrimonio Unesco dell’Umanità, un insieme di 13 diversi ghiacciai che scendono dalla cordigliera andina con un fronte di 350 km su due enormi laghi sottostanti, con un contorno di boschi subantartici e steppe con fauna peculiare, ma il più famosorisulta il Perito Moreno, uno dei quattro ghiacciai al mondo a non essere in ritiro ma in espansione (1 metro all’anno). La Terra del Fuoco infine, così chiamata da Magellano per i fuochi degli indigeni che vedeva perennemente accesi, costituisce l’estremo lembo meridionale del continente americano, un insieme di isole e isolette, canali, lagune a fiordi a sud dello stretto di Magellano formatosi soltanto diecimila anni fa, dopo l’ultima glaciazione, perché prima era attaccata alla terraferma.

Il TO Apatam Viaggi propone un itinerario di 13 giorni dedicato alla scoperta di Buenos Aires e della Patagonia, dalla Penisola Valdés fino alla Terra del Fuoco, al Canale di Beagle e Capo Horn, dove le Ande finiscono a picco nell’oceano. Partenze di gruppo con voli di linea da Roma il 27 ottobre 2017 e 13 febbraio 2018, voli interni, guide di lingua italiana e accompagnatore dall’Italia, pernottamenti in hotel 3 stelle con pensione completa, quota da 4.350 euro in doppia tutto compreso.

www.apatam.it

News Correlate