mercoledì, 30 Settembre 2020

Mazzoncini: la fusione con Anas sarà epocale per Fs e il Paese

“Chiusura del matrimonio con l’Anas. Rinnovo dei treni regionali con investimenti per oltre 5,5 miliardi. Sviluppo nel settore della mobilità urbana e crescita all’estero”. A stilare gli obiettivi da raggiungere in autunno è l’amministratore delegato di Fs Renato Mazzoncini, che in un’intervista al Messaggero parla della fusione con Anas: “Sarà un’operazione epocale per il Paese, si potranno programmare insieme le infrastrutture per gomma e ferro, con sinergie tecnologiche, economie di scala per miliardi, più efficienza e rapidità d’intervento. E insieme saremo più forti anche all’estero”.    “Stiamo già pensando a progetti di guida autonoma per i contesti urbani con l’Anas. A Milano il prossimo anno saranno avviate sperimentazioni in tal senso. Del resto sulla Salerno-Reggio Calabria è già stata installata la fibra ottica per connettere la strada agli autoveicoli”, dice Mazzoncini. “Noi, come Fs, abbiamo le tecnologie per farlo. Credo che assisteremo ad una forte accelerazione rispetto agli altri competitori europei, perché l’integrazione Anas-Fs consentirà davvero un salto in avanti, nel futuro”.

In merito alla quotazione in borsa, Mazzoncini ha spiegato: “abbiamo ultimato lo studio di fattibilità. Siamo a disposizione dell’azionista per recepire gli input che vorrà darci. Ribadisco che la quotazione è un mezzo, non un fine”.

News Correlate