Trenitalia, successo per l’offerta integrata di FRECCIALink

Continua a crescere la quota di passeggeri che sceglie FRECCIALink, il servizio treno più bus di Trenitalia, sperimentato da oltre 24mila passeggeri.

I FRECCIALink per le mete alpine, in meno di un mese, hanno quasi raggiunto le mille prenotazioni, con un gradimento particolare per Cortina d’Ampezzo che su alcune corse, nel periodo natalizio, ha registrato pressoché il tutto esaurito.  Numeri positivi, destinati a crescere quando la stagione sciistica, che esita ancora a decollare per le piste poco innevate, entrerà nel suo pieno

Le corse su strada dei FRECCIALink, che partono e arrivano in coincidenza con le Frecce, hanno il loro capolinea da e per Cortina d’Ampezzo a Venezia Mestre, da e per Courmayeur a Torino Porta Susa e con Madonna di Campiglio a Verona Porta Nuova.

Le nuove mete FRECCIALink invernali si aggiungono alle altre già lanciate lo scorso giugno da/per Siena, Perugia, l’Aquila, Matera e Potenza con l’obiettivo di estendere la qualità e il comfort delle Frecce (personale dedicato, connessione wi-fi e monitor di bordo) a località non raggiunte direttamente dai servizi del brand Freccia.

Il successo di viaggiatori ha condotto a potenziare le rotte Perugia-Firenze e Matera-Potenza-Salerno con bus più capienti (da 50 posti anziché 16).

La sfida di Trenitalia è incentivare una mobilità sicura, sostenibile e conveniente come dimostrano i confronti fra treno, auto privata e aereo che vedono il primo superare ampiamente gli altri due competitor sia per i ridotti costi del viaggio sia per le minori emissioni di CO2.

News Correlate