venerdì, 25 Settembre 2020

Cresce voglia di vacanza: 88% italiani farà viaggio estivo. Vince il fai-da-te ma 19% va in adv

Cresce la voglia di vacanza degli italiani: nell’estate 2018 sono infatti 3 milioni e mezzo in più, rispetto al 2017, le persone che pensano di fare un viaggio, si tratta dell’88% del campione. Lo rileva la ricerca ‘Le vacanze degli italiani’, a cura di italiani.coop il portale di ricerca e analisi di Coop, realizzata per Robintur e presentata a Milano. Ma c’è chi pensa a partire anche prima della pausa estiva: un italiano su 3 è pronto al primo assaggio d’estate in vista del ponte del 25 aprile e del primo maggio, il 35% infatti pensa che andrà in vacanza in particolare nelle città d’arte o nelle grandi città (27%).

Quest’estate sceglieranno il mare il 50% dei vacanzieri, anche se le destinazioni immerse nella natura registrano un +13% Per gli italiani vince la voglia di novità, con 8 vacanzieri su 10 che vogliono cambiare meta con l’arrivo del caldo. Forse per questo nelle previsioni di viaggio crescono mete come Emilia Romagna, Lazio e Liguria per l’Italia e Spagna, Grecia e Croazia per l’estero. In calo invece le destinazioni più blasonate in passato come Puglia, Sardegna e Campania per il nostro Paese e Maldive, Thailandia e Egitto per chi va fuori dai confini nazionali. 

Ai tempi di internet si punta molto sul fai da te e la sicurezza della prenotazione. Un viaggiatore su due o ha già prenotato o pensa di farlo a breve (54%) e nove su dieci lo faranno prima di partire. Oltre 7 su dieci fanno da soli (73%), molti dei quali prenotano viaggio e pernottamento sfruttando siti aggregatori o i siti dei vari operatori o albergatori. Ma ci sono ancora due viaggiatori su dieci (19%) che scelgono di affidarsi alle adv per l’ottimo rapporto qualità/prezzo (41%) o per le proposte originali e interessanti (34%), o per un rapporto di fiducia consolidato (29%).

L’andamento positivo delle vendite in adv si sta confermando nel primo trimestre di quest’anno, con una crescita del 10,9% sul portafoglio dello stesso periodo dell’anno precedente. In particolare, i mesi estivi registrano un incremento del portafoglio del 14,9% con un picco del 24% nel mese di agosto, che negli ultimi anni aveva rallentato: un ulteriore segno che un maggior numero di famiglie sta investendo sulle vacanze estive. Tendenzialmente, le ferie si allungano, con un maggiore aumento dei viaggi dai 10 ai 14 giorni. In positivo anche le vendite di prodotto a marchio Robintur, per 17 milioni di euro nel 2017.

Con Robintur – spiega Stefano Dall’Ara, presidente del Gruppo – Coop ha scelto di investire nei servizi turistici e possiamo dire che i viaggi sono entrati nel carrello della spesa di tante famiglie, che apprezzano le nostre proposte e stanno riprendendo a viaggiare”.
Nell’ultimo anno i consumatori hanno premiato in particolare la scelta di aprire le nuove agenzie Viaggi Coop nelle gallerie commerciali che ospitano supermercati e ipermercati Coop: Ariosto a Reggio Emilia, Lungo Savio di Cesena, Grandemilia di Modena, Lame e San Ruffillo di Bologna, Miralfiore di Pesaro, stanno registrando una crescita del portafoglio del 17,3% sullo stesso periodo dell’anno precedente. Tanto che, da alcuni mesi, le adv negli ipercoop Nova di Bologna e Esp di Ravenna hanno l’insegna Robintur-Viaggi Coop.

Robintur punta ora a completare la propria rete fisica investendo anche sulla multicanalità e sull’offerta di servizi on line. Secondo l’indagine realizzata in proposito dal Gruppo turistico sui punti di forza e di debolezza dei canali di vendita tradizionali e online, la maggior parte dei consumatori si informa online ed oltre la metà ricerca servizi turistici in internet attratto dai prezzi bassi o dalla notorietà dei principali portali del settore. Tuttavia, dopo l’acquisto di un viaggio sul web, i consumatori lamentano soprattutto la difficoltà di gestire prenotazioni e rimborsi, la scarsa assistenza e l’opacità delle offerte, gravate da tariffe e commissioni impreviste.

Le adv fisiche – aggiunge Passuti – restano un punto di riferimento importante per i consumatori ai quali offriamo il servizio di consulenti di viaggio esperti, una ricchissima selezione di viaggi e soggiorni esclusivi e proposte dei più qualificati tour operator alle migliori condizioni, in particolare per i soci Coop, come il catalogo ‘Viaggiare da soci’. Sono molti i casi in cui l’aiuto di un agente di fiducia che sa scegliere e proporre con competenza fa la differenza, risparmiandoci brutte sorprese e assicurandoci di vivere un’esperienza di viaggio indimenticabile a prezzi vantaggiosi”.

Dal sondaggio emerge anche che tra i vacanzieri che posseggono un animale, più di tre su dieci (32%) sono pronti a portarlo con loro e un italiano su due (55%) è disposto a pagare tra il 5 e il 30% in più rispetto al costo totale della vacanza, pur di poter avere dei servizi dedicati proprio agli amici a quattro zampe. Inoltre, oltre quattro vacanziere donne su dieci (43%) pensano che in valigia non possano mancare le medicine e per un uomo su dieci (19%) il power bank (le batterie portatili). Per il 10% degli uomini in vacanza invece ciò che non deve mancare sono i preservativi. Al ritorno quasi uno su tre del totale (29%) spera di riportare con sé nuove amicizie e il 7% addirittura un fidanzato o una fidanzata.

La versione integrale delle tavole del sondaggio ‘Estate 2018, le vacanze degli italiani’ è visionabile e scaricabile su http://www.italiani.coop www.robintur.it

News Correlate