giovedì, 21 Gennaio 2021

Presentate le nuove guide di Condé Nast Johansens: novità e nuovi affiliati

Il Toscana Resort Castelfalfi ha ospitato la presentazione delle nuove guide Condé Nast Johansens, punto di riferimento per i viaggiatori indipendenti particolarmente esigenti, con standard qualitativi molto elevati e sofisticati.

La prima guida fu pubblicata nel 1982 e consigliava esclusivamente le strutture considerate le migliori in Gran Bretagna, ma ben presto la fama aumentò espandendo il suo raggio e div I lettori di Condé Nast Johansens sono frequent travelers enendo sinonimo di qualità. Oggi le guide stampate sono 3, con 550 strutture in tutto il mondo. Nel 2013 la svolta digitale con il nuovo sito web e l’aggiunta di una ulteriore guida esclusivamente digitale.

Dall’inizio dell’anno ben 38 nuove strutture sono state aggiunte al portfolio globale. Ognuna di loro è stata selezionata dall’occhio critico degli Esperti Locali di Condé Nast Johansens. Ciò enfatizza l’ampiezza, la rilevanza e l’autorevolezza delle collezione ed individua le destinazioni che i viaggiatori intendono visitare nei 24 mesi successivi. I lettori di Condé Nast Johansens sono frequent travelers che fanno 7 viaggi all’esteroche fanno 7 viaggi all’estero ogni anno per vacanze lunghe o brevi, o week end* (una media di 2 vacanze lunghe, 2 vacanze brevi e 3 week end).

I premi Condé Nast Johansens Awards for Excellence, conferiti annualmente, sono diventati un appuntamento irrinunciabile nell’industria dell’ospitalità e celebrano i migliori alberghi in UK, Irlanda e tutta Europa. I premi assegnati da Champagne Taittinger onorano invece le migliori Wine List. In seguito all’aumento di importanza delle Spa sia nel sito che nelle guide, il premio Luxury Spa Award è stato lanciato da un paio di edizioni.

Analizzando il profilo del lettore della Guida Conde Nast Johansens emerge un viaggiatore consapevole, informato, dai gusti ben definiti e con una buona disponibilità di budget. Sono per il 63% donne, con un alto grado di digitalizzazione (il 69% accede a Condé Nast Johansens tramite il sito web, il 33% consultando la guida cartacea, l’11% usando la app; il 59% utilizza i social media tutti i giorni, con una preferenza per Facebook), hanno un reddito medio domestico di 99.527 sterline l’anno, spendono in media 6.939 sterline all’anno a testa per le vacanze (di cui due terzi per le vacanze principali e il resto per fine settimana e soggiorni brevi). La maggioranza (53%) dichiara di affidarsi al sito di Condé Nast Johansens quando deve fare una prenotazione, e una volta in albergo l’80% sfoglia poi anche la guida cartacea fornita in camera.

Il sito www.condenastjohansens.com, a 5 anni dal suo restyling, continua a riscuotere successo e approvazione. Che si sia maniaci del personal computer, sempre con il cellulare in mano o fan della comodità costituita da tablet e ipad, il sito è costruito per essere mobile friendly e dunque fruibile non solo da casa ma da ogni luogo in cui ci si trovi e con qualunque dispositivo ci si connetta.

All’interno delle singole pagine degli alberghi, poi, le superbe immagini accompagnano la descrizione dell’albergo e interagiscono con le mappe per coinvolgere il lettore fin dalla pianificazione del viaggio. Menzione speciale va fatta ai comodi e pratici tasti che rimandano ai siti dei vari alberghi, per gli approfondimenti del caso, e alle offerte speciali che di mese in mese si avvicendano in esclusiva per i lettori delle guide Condé Nast Johansens.

News Correlate