domenica, 29 Novembre 2020

Google Special Collects dovrà rispettare privacy turisti

Turisti, passanti, visitatori di musei e aree naturali in Italia dovranno essere informati che Google sta effettuando riprese sul posto per pubblicarle con il nuovo servizio Google Special Collects. Notizie dettagliate dovranno essere diffuse preventivamente anche sul web e nei luoghi di interesse e dovranno essere riconoscibili i “trekker” che trasportano le apparecchiature fotografiche sullo zaino.

Lo ha stabilito il Garante privacy dopo la decisione della multinazionale di lanciare anche in Italia Google Special Collects che consente di registrare immagini a 360 gradi in ambienti non raggiungibili dalle tradizionali vetture di Google Street View, come siti archeologici, parchi nazionali, musei e spiagge.

News Correlate