lunedì, 28 Settembre 2020

Al via la 2^ edizione di ‘E-motion land’ per scoprire il Piemonte nascosto

Prende il via la 2^ edizione di ‘E-motion land’ il calendario dedicato alle attività slow da svolgersi all’aria aperta nel territorio di Slowland Piemonte, intorno al Lago di Viverone (il terzo bacino lacustre della regione e Patrimonio UNESCO come ‘Sito palafitticolo preistorico dell’Arco Alpino’.

Il calendario 2020 prevede una cinquantina di appuntamenti dal mese di luglio al mese di novembre, ampliando così la stagionalità delle esperienze ed includendo le meraviglie di un autunno che si esprime al meglio in terra Slowland, tra il foliage delle sue vigne di Erbaluce, nei boschi e sui sentieri dei piccoli borghi di collina e di pianura.

Le escursioni in e-bike quest’anno saranno affiancate da passeggiate guidate e di nordic walking alla scoperta di questo suggestivo angolo del Piemonte, non troppo affollato, ma proprio per questo più sicuro. I tour sono stati ideati con l’intento di comporre un’offerta ricca che consenta di scoprire le tante eccellenze del territorio: la Via Francigena, la Strada Reale dei Vini Torinesi, gli itinerari del Buon Cammino, le aree archeologiche, i Castelli, i ricetti medievali e gli ecomusei, Oropa e il suo santuario Sito UNESCO, ma soprattutto gli elementi naturalistici caratterizzanti come le risaie vercellesi, l’Anfiteatro Morenico di Ivrea e le sue colline, i boschi ed i numerosi laghi inframorenici. Non mancheranno le occasioni per gustare il territorio e le sue produzioni tipiche.

Le iniziative di E-motion land saranno il pretesto per trascorrere uno short stay in questa terra (ma anche long, come d’abitudine per i numerosi stranieri che frequentano l’area proprio per godere del territorio en plein air) in uno degli hotel o campeggi che si affacciano direttamente sul lago, o magari in un B&B nel cuore dei piccoli borghi, o in un country resort immerso nelle vigne. Da qui si può partire alla scoperta delle numerose cantine ed aziende agricole della zona o del Castello di Masino (proprietà del F.A.I.), godersi una giornata in riva al lago o giocando a golf in uno dei numerosi campi presenti, oppure visitare la vicina Ivrea patrimonio Unesco come Città industriale del XX secolo grazie alla preziosa eredità, non solo architettonica, lasciata dalla Olivetti. Facilmente raggiungibili anche Biella, da poco riconosciuta Città Creativa UNESCO, e Vercelli, prestigiosa Città d’Arte con i suoi musei e il nuovo Polo Espositivo ARCA sede di numerose mostre internazionali.

News Correlate