martedì, 29 Settembre 2020

Monte sant’Angelo entra nel patrimonio Unesco

Vendola: traguardo importante che premia angolo del Gargano

Nichi Vendola, presidente della Regione Puglia, accoglie con soddisfazione l’ingresso della città di Monte Sant’Angelo nel patrimonio dell’Unesco. “Si tratta di un traguardo importante, che premia uno dei luoghi più belli del Mediterraneo”, ha commentato Vendola durante la cerimonia ufficiale alla presenza di Lorenzo Ornaghi, ministro dei Beni Culturali; Silvia Godelli, assessore Regionale al Mediterraneo, Cultura e Turismo e delle autorità locali.
“Questo riconoscimento – ha aggiunto Vendola – premia un lavoro serio e puntuale svolto dall’intero territorio a sostegno della candidatura di uno degli angoli più belli del Gargano e gratifica le attente azioni compiute dalla Regione per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali e per il consolidamento del segmento turistico religioso. Il Santuario di Monte Sant’Angelo, quintessenza del patrimonio artistico e architettonico delle genti longobarde, nel corso dei secoli, è diventato uno dei più importanti luoghi del culto di San Michele in tutto l’Occidente. Per noi – ha concluso – il turismo non è solo business, ma una sintesi armonica delle politiche pubbliche, dello spirito imprenditoriale e della capacità di investire sul territorio. Viviamo le nostre bellezze regionali come un dono da fare agli altri, senza mai chiuderci in un micro nazionalismo regionalistico”.

 

News Correlate