giovedì, 22 Ottobre 2020

Scalo Cagliari, nel 2016 calano i pax ma crescono i movomenti

C’è stata una lieve riduzione nel numero complessivo dei passeggeri, ma anche una crescita nei movimenti complessivi dello scalo. Sono questi i dati relativi al 2016 dell’aeroporto di Cagliari-Elmas. Il totale, tra arrivi e partenze, è stato di 3.686.746 persone a bordo (-0,7%). Sfiorato quindi il record assoluto di viaggiatori, 3.712.558, raggiunto nel 2015. In base a questi numeri, risulta che nell’aeroporto gestito da Sogaer è transitato quasi il 49% del traffico aeroportuale regionale. Per l’anno appena trascorso la miglior performance è quella messa a segno dal mercato nazionale (linea e charter): 3.048.600 di passeggeri per un incremento anno su anno del 2,47%.

Calano invece i viaggiatori trasportati sui voli internazionali, che si fermano a quota 638.146, -13,45% rispetto al 2015. Il segmento low cost nel 2016 ha contribuito al traffico del ‘Mario Mameli’ con 1.362.722 passeggeri trasportati sulle tratte nazionali (chiusura intorno alla parità) e 485.095 sulle direttrici internazionali (perdita intorno al 19%). I dati evidenziano la crescita del flusso passeggeri sui voli in continuità territoriale (Roma e Milano, +12,79%), per un totale di 1.503.137 unità che corrispondono a un’incidenza del 49,31% sul totale del traffico domestico. Le rotte più gettonate del 2016 sono state Roma Fiumicino (929.928 passeggeri), Milano Linate (577.393) e Bergamo (353.367). Le rotte internazionali più trafficate sono risultate Londra Stansted, Bruxelles Charleroi e Parigi Beauvais. Il 2016 è stato l’anno con il maggior numero di compagnie aeree transitate nello scalo del capoluogo sardo: 68, con una crescita del 28,30%. Di questi vettori, 30 hanno volato sulle tratte nazionali (44,12%), mentre il 55,88% ha effettuato collegamenti internazionali. Per quanto riguarda l’aviazione generale, il 2016 si è chiuso in modo positivo: 3.006 i movimenti registrati che corrispondono a una crescita annua del 5,51%.

News Correlate