mercoledì, 24 Aprile 2024

A Taormina un nuovo hotel lusso con area archeologica privata

Un hotel unico al mondo sul mare di Taormina con annessa area archeologica privata. Il progetto è della società Luxury Private Properties, controllata dalla famiglia fiorentina Giotti, che ormai un anno e mezzo fa si è aggiudicata le strutture Excelsior di Palermo e Des Etrangers di Siracusa che furono del gruppo Acqua Marcia Turismo.

Nel contratto di sviluppo approvato da Invitalia, il gruppo ha aggiunto i fondi per il più importante dei progetti, scrive il quotidiano La Sicilia. Sarà realizzato a Taormina, in via San Pancrazio, sotto Porta Messina: in ciò che resta di Villa San Pancrazio, un ex hotel dei primi del ‘900, sono da poco cominciati i lavori per aprire, con 8 milioni e 25 addetti, entro il 2021 il Basileion, un boutique hotel da 19 camere adiacente ad un’altra “bomboniera” già posseduta da questa piccola catena italiana del lusso, l’Ashbee in stile inglese da 24 camere che gode di un ristorante affidato allo chef pluristellato Heinz Beck.

La particolarità del progetto sta nel fatto che fra l’Ashbee e Villa San Pancrazio, nel lotto da 6.500 metri acquistato dal gruppo, è stata scoperta un’area archeologica con quattro domus romane di età augustea, ricche di mosaici.

“Dal 2016 – racconta la presidente, Costanza Giotti a La Sicilia – abbiamo condotto varie campagne di scavo con l’Università di Messina, coinvolgendo 50 studenti da tutto il mondo. Ora vogliamo completare il restauro in tre anni, con fondi nostri, per rendere fruibile l’area sia ai nostri clienti, sia al pubblico, perchè si tratta del più bel sito archeologico a Taormina dopo il Teatro antico”.

News Correlate