sabato, 12 Giugno 2021

A Taormina a giugno 14 mila visitatori e da oggi riaprono Antiquarium e bookshop

Con quasi 14.000 visitatori (13.981) a giugno 2020 nei tre siti di Taormina, Isola Bella e Naxos, il Parco Archeologico Naxos Taormina, diretto da Gabriella Tigano, archivia il primo – difficile – mese di apertura post covid in una Sicilia orfana, come tutto il Paese, dei grandi flussi turistici.

Con il mese di luglio, tuttavia, Taormina e Giardini Naxos cominciano a popolarsi di viaggiatori in vacanza e ieri, in occasione della consueta prima domenica del mese con ingresso gratuito promossa dall’assessorato regionale dei Beni Culturali, i visitatori dei tre siti sono stati 2.138, di cui 1.695 al Teatro Antico di Taormina, 300 a Isola Bella e 143 nel Museo e Area archeologica di Giardini Naxos.

“Certamente – commenta Gabriella Tigano – soffriremo l’assenza dei visitatori statunitensi e dell’estremo oriente che fino al mese di febbraio scorso costituivano una presenza costante e consistente, in termini numerici, nei nostri siti archeologici”.

Da oggi, infine, riapre al Teatro Antico – dove dal mese di luglio l’orario di visite si è uniformato agli altri, ossia dalle 9 alle 19 – la sede dell’Antiquarium, con la sua collezione di reperti dell’antica Tauromenion, e il bookshop annesso, gestito da Civita. L’ingresso è contingentato, per via degli spazi chiusi. Proseguono, infine, i periodici interventi di sanificazione “anti-covid” avviati già da marzo nei luoghi di lavoro e nell’aree espositive di tutti siti del Parco Naxos Taormina.

News Correlate