domenica, 29 Novembre 2020

Cultura produce ricchezza, Missineo: esempi in Sicilia

Alla Conferenza di Roma l’assessore i casi delle tragedie a Siracusa e della Venere ad Aidone

"La cultura, oltre a offrire conoscenza, ha la capacità di innescare processi produttivi, di dare impulso allo sviluppo e di generare reddito. Questa è la scommessa che abbiamo voluto lanciare in Sicilia e che, nei casi del ritorno della Venere di Morgantina e delle tragedie classiche al teatro di Siracusa, è già stata vinta". Lo ha detto l'assessore regionale dei Beni culturali, Sebastiano Missineo, intervenendo a Roma alla Conferenza nazionale degli assessori alla Cultura e al Turismo.
"E' ovvio – ha continuato Missineo – che non possono bastare solo due interventi, ma si tratta comunque di un inizio incoraggiante su cui lavorare. Nel 2010, ad esempio, si è registrato il record di incassi e di presenze, ciò significa che chi va ad assistere alle tragedie greche produce economia locale per i servizi che richiede e per i prodotti che acquista".
Quindi Missineo ha analizzato il rientro della Venere di Morgantina al museo di Aidone, in provincia di Enna. "Grazie al rientro della Dea e di altri tesori trafugati come gli acroliti e gli argenti – ha sottolineato – oggi è possibile poter pianificare la nascita del Distretto culturale siculo-greco-romano che coinvolge un bacino che racchiude Villa Romana di Piazza Armerina, il cui restauro sta per essere concluso, il sito archeologico di Morgantina, le esposizioni al museo di Aidone e il distretto siculo della ceramica di Caltagirone".
Infine l'assessore ha accennato anche all'importanza dei bandi per la gestione dei beni culturali, ormai quasi pronti, con i quali si sta tentando di offrire un'opportunità per tanti giovani e per tante imprese private, anche del no profit, a investire sulla cultura perché è conveniente farlo".

News Correlate