Tra docenti e artisti in 350 dicono no al prestito del Caravaggio al Mart

Ben 350 firme per vietare il prestito del Seppellimento di Santa Lucia di Caravaggio al Mart, Museo d’arte moderna e Contemporanea di Rovereto. Ci sono 80 accademici e docenti universitari, 100 fra artisti e scrittori, 80 rappresentanti delle associazioni in difesa del patrimonio storico-artistico, 90 esponenti del mondo del lavoro e delle professioni che hanno scritto ai ministri dei Beni Culturali, Dario Franceschini, e degli Interni, Luciana Lamorgese, per chiedere l’annullamento di qualsiasi autorizzazione al prestito del dipinto del Caravaggio Seppellimento di Santa Lucia, e allo stesso tempo l’emanazione di un decreto di inamovibilità dell’opera e della sua musealizzazione.

Il gruppo di firmatari ribadisce che “l’opera, pur versando in precarie condizioni, e nonostante il dissenso dei tecnici, negli ultimi cinquanta anni è stata oggetto di peregrinazioni, viaggi continui per esposizioni. Purtroppo dei ripetuti trasporti è possibile scorgere il danno permanente a cui è stata condannata l’opera a causa di viaggi autorizzati finora con troppa superficialità e irresponsabilità. L’opera ha un altissimo valore devozionale per la Sicilia: la tela sostituisce le spoglie di Santa Lucia trafugate da quasi un millennio e oggi custodite a Venezia”. In particolare al ministro Franceschini “chiediamo di bloccare questo ennesimo rischioso trasloco del dipinto e di emanare un decreto di inamovibilità”. E al ministro Lamorgese “essendo l’opera sotto la tutela del Fec, chiediamo di attivare le iniziative necessarie alla musealizzazione del dipinto nel suo luogo deputato, nella città di Siracusa, vietando ogni forma di spostamento”.

News Correlate