martedì, 27 Settembre 2022

Countdown a Capo d’Orlando per la Borsa del Turismo Extralberghiero

Dal 19 al 21 ottobre torna a Capo d’Orlando la Borsa del Turismo extralberghiero organizzata da Confesercenti Sicilia con il sostegno della Regione Siciliana e dedicata alle strutture alternative all’hotellerie.
Un’offerta ricettiva che conta circa 6000 strutture in Sicilia e che nel panorama delle Isole europee si colloca, per numero di imprese, subito dopo il sistema insulare dell’Egeo Meridionale (7370 strutture). Un comparto in continua crescita che ha saputo resistere anche all’ondata del Covid, secondo lo studio elaborato dall’OTIE, l’Osservatorio turistico delle Isole europee, proprio per BTE e che sarà presentato alla tavola rotonda di apertura di questa V edizione della BTE dal titolo ‘L’offerta turistica siciliana al tempo del Covid e le dinamiche del turismo extra alberghiero’. Dati, numeri e tendenze saranno il punto di partenza del confronto che vedrà impegnati: il presidente di Assoturismo Confesercenti Vittorio Messina; gli assessori regionali, Savatore Cordaro (Territorio e dell’Ambiente), Mimmo Turano (Attività Produttive) e Manlio Messina (Turismo dello Sport e dello Spettacolo); e il presidente dell’Agenzia Nazionale del Turismo, Giorgio Palmucci. In apertura, porterà i saluti alla platea e alla BTE, il sindaco di Capo d’Orlando Francesco Ingrillì. Al Marina di Capo d’Orlando, con vista sull’arcipelago delle Eolie (a cui l’indagine OTIE dedica un focus particolare), un’area sarà dedicata ai b&b: i titolari delle strutture ricettive potranno parlare a tu per tu, presentando la propria offerta, con buyer provenienti da Canada, Francia, Polonia Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Russia, Spagna.
In un’altra area sarà invece allestito l’ExpòBTE aperto a tutti: addetti ai lavori che potranno stringere rapporti commerciali per forniture e nuove partnership ma anche a curiosi, famiglie e giovani che potranno scoprire nuovi itinerari, percorsi esperienziali e produzioni artigianali.
“Durante la due giorni orlandina – aggiunge Michele Sorbera, direttore di Confesercenti Sicilia – abbiamo anche programmato vari momenti formativi a supporto degli imprenditori e del territorio. La strategia della Borsa è fermarsi ogni anno in un territorio diverso, dialogando con i protagonisti di quella parte dell’Isola. Capo d’Orlando tra Messina e Palermo è un luogo ricco di bellezze paesaggistiche e con una forte potenzialità turistica”.
Il 21 ottobre la BTE si sposta in provincia di Catania al Radice Pura horticultural park di Giarre per il Focus sull’enogastronomia con un networking dinner riservato ai buyer che chiuderanno così l’educational tour a loro dedicato.

News Correlate