sabato, 19 Settembre 2020

Taormina e centri d’arte esclusi da aiuti dl agosto, polemica di Samonà

“Taormina, come tutti i comuni non capoluogo di provincia, è stata esclusa dai 500 milioni di euro previsti dal cosiddetto ‘Decreto agosto’ varato dal Consiglio dei ministri su proposta del ministero per i Beni e le Attività culturali: aiuti ministeriali destinati agli esercizi commerciali dei centri storici di alcune città d’arte, sulla base delle presenze del 2019 e del rapporto fra turisti e abitanti”. Lo dice l’assessore regionale dei Beni culturali Alberto Samonà. “Eppure, a Taormina nei primi cinque mesi del 2019 – aggiunge – sono transitati più di 350 mila turisti stranieri, con un rapporto di oltre 32 turisti per abitante. Un’esclusione immotivata, se si pensa che nell’intero 2019 Taormina è stata visitata da oltre un 1 milione di turisti, di cui la stragrande maggioranza stranieri, con un rapporto di quasi 84 per abitante”.

“Discorsi simili a quelli su Taormina – prosegue l’assessore Samonà – possono essere fatti per Cefalù, per le isole minori e per molti altri luoghi della cultura e della bellezza siciliani che stanno letteralmente morendo di crisi da covid. E la crisi viene confermata anche dallo studio intitolato ‘2020. Gli effetti della pandemia in Sicilia – per un possibile cambiamento’ della Nmtc, pubblicato dal dipartimento Turismo della Regione Siciliana, secondo cui la diminuzione complessiva prevista si colloca in un range che per i visitatori italiani si attesta tra il 33% ed il 38% e per gli stranieri fra il 67% ed il 72%”, conclude l’assessore.

News Correlate