martedì, 15 Giugno 2021

Taormina conquista il mondo con il G7, ma ora si torna alla normalità

Il giorno dopo il G7 a Taormina e Giardini Naxos è tornata già la normalità. Taormina, senza metal detector e liberata dalla ‘zona rossa’, rivive una ordinaria domenica di folla: è piena di visitatori, gruppi di comitive si mescolano a militari e forze dell’ordine che fanno una passeggiata o shopping prima di tornare a casa. Tra loro anche il sindaco, Eligio Giardina, che parla di “scommessa vinta”. Il primo cittadino si gode “il successo nel mondo di Taormina” grazie alle immagini del G7. Rilassato, guarda i turisti in fila per farsi una foto o un selfie davanti al grande tabellone con la scritta e il logo ‘G7 di Taormina 2017′ rimasto in piazza Belvedere: “E’ stato un successo oltre le aspettative – commenta – abbiamo fatto conoscere Taormina e la Sicilia al mondo. E l’Italia ha dimostrato che ce la fa quando c’è sinergia: in 40 giorni siamo riusciti a fare cose che si fanno in più anni”.

E alla normalità è già tornata anche Giardini Naxos: tolte le protezioni in legno e metallo a ingressi e vetrine per la paura danneggiamenti durante il corteo ‘No G7’ di sabato, sulle spiagge riappaiono ombrelloni, sdraio e i turisti. Soprattutto famiglie con bambini che si godono la bella giornata di sole e anche un buon gelato. Ritorna alla serenità dopo le tensioni che hanno preceduto la protesta ‘No summit’, anche il sindaco, Nello Lo Turco: “Da Giardini Naxos – commenta – è arrivato un segnale di civiltà e rispetto. C’è stata una bella manifestazione, e non è quasi successo quasi nulla, anche perché c’è stato un lavoro preventivo a tutti i livelli. Certo si poteva fare in una città non a così forte vocazione turistica come la nostra – osserva il sindaco di Giardini Naxos – ma abbiamo ricevuto indicazioni stringenti da questura e prefettura. E comunque si ricomincia bene: tutto il mondo ha visto che persone civili e accoglienti vivono da noi. E io sono loro grato”.

News Correlate