domenica, 29 Novembre 2020

Lo Zibibbo di Pantelleria entra nella lista Unesco all’unanimità

La vite ad alberello di uve Zibibbo che caratterizza l’isola di Pantelleria entra nella prestigiosa Lista dei Patrimoni Culturali dell’Umanità con voto all’unanimità. “Tutti i 161 Stati sono stati d’accordo nel riconoscere la pratica di Pantelleria come patrimonio dell’umanità. All’unanimità: un grande successo dell’Italia che all’Unesco si conferma una vera e propria potenza culturale” commenta da Parigi Pier Luigi Petrillo, autore del dossier di candidatura. “E’ la prima volta – aggiunge Petrillo – che l’Unesco riconosce il valore culturale di una pratica agricola”.

Il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina, che aveva visitato l’isola siciliana lo scorso settembre dando il suo personale imprimatur alla candidatura, si dichiara “orgogliosissimo del fatto che l’Italia ancora una volta in sede Unesco segni un punto di grande qualità e una novità di grande portata”.    

“Il riconoscimento Unesco è importante – conclude il sindaco di Pantelleria Salvatore Gino Gabriele – per il paesaggio, per chi vive sull’isola, per chi lavora nei campi e ha costruito questi straordinari terrazzamenti, per chi oggi produce un prodotto naturale quale è il passito. Ora dobbiamo lavorare con il ministero e la Regione ad un Piano di gestione sull’alberello, dove poter declinare tutta una serie di attività di tutela e valorizzazione della pratica agricola e del vigneto pantesco”.    

A rappresentare la Sicilia a Parigi anche Dario Cartabellotta, responsabile unico della Regione Siciliana per il Cluster Bio-Mediterraneo di Expo Milano 2015 che ha annunciato un ruolo di primo piano per l’isola.    

News Correlate