martedì, 19 Gennaio 2021

A Siracusa vacanze ad hoc anche per i dializzati

Sono 50 mila i malati affetti da insufficienza renale cronica che per vivere devono stare legati ad una macchina, il rene artificiale, per tre volte a settimana e per tutta la vita. Non è facile per loro andare in vacanza nelle località turistiche italiane perché hanno bisogno di un posto-rene in una struttura che eroga prestazioni dialitiche. I reparti ospedalieri sono perennemente occupati da pazienti cronici residenti e, pertanto, i malati di altre regioni o nazioni e i loro familiari sono costretti a fare il giro di tutti i centri dialisi alla ricerca della disponibilità di un posto.

Ma quest’estate l’Asp di Siracusa ha pensato a loro lanciando il progetto “Dialisi vacanze”.

In pratica saranno disponibili diversi posti-rene per la dialisi dedicati ai turisti oltre gli orari ordinari negli ospedali Umberto I di Siracusa, Di Maria di Avola e Lentini. All’ospedale Umberto I saranno disponibili quattro posti rene in turno notturno dalle 20 alle 24; all’ospedale di Lentini si potrà usufruire di tre posti rene dalle 14 alle 18, due nella medesima fascia oraria, all’ospedale Di Maria di Avola.

Il progetto sarà divulgato, così come hanno assicurato l’assessore Francesco Italia, il vice presidente della Camera di Commercio Giuseppe Gianninoto e il presidente di Siracusa Turismo Sebastiano Bongiovanni, che hanno condiviso appieno l’iniziativa, attraverso tutti i mezzi di comunicazione a disposizione: siti internet istituzionali, social network. I pazienti interessati possono contattare h24 questi due numeri: 0931.724023 e 366.5679100.

“Questo è un territorio che sta cercando di riconvertirsi al turismo per arginare la crisi occupazionale – ha commentato Gianninoto – Si tratta di un’iniziativa interessante poiché si offre un servizio di qualità e la qualità fa la differenza rispetto agli altri territori”.

Dal canto suo, Bongiovanni ha definito il progetto “fiore all’occhiello della programmazione dell’Asp” e si è complimentato per la sinergia tra enti dimostrata anche in questa occasione: “Siracusa Turismo – ha detto – metterà a disposizione tutti i suoi contatti per una capillare divulgazione nonché per un ritorno di immagine e anche economico per la provincia di Siracusa. E’ auspicabile occupare posti di rilievo nella web reclutation portando l’utenza a scegliere Siracusa e il circondario anche da parte dei dializzati”.

 

 

News Correlate