venerdì, 25 Settembre 2020

Aeroviaggi compie 47 anni, il ricordo di Franco Scancarello

Aeroviaggi compie 47 anni di attività. Il tour operator siciliano che ha visto al suo timone fino alla fine dei suoi giorni Antonio Mangia, scomparso 11 mesi fa, è stato ricordato da Franco Scancarello in un lungo post su Facebook del quale riportamo alcune frasi e nel quale lo stesso Scancarello ha rilanciato un articolo dedicato alla memoria di Antonio Mangia pubblicato mesi fa da travelnostop.com.

Il 6 ottobre del 1973 iniziava la favolosa avventura di Aeroviaggi. Raggiungere un traguardo di attività di tale portata per quasi mezzo secolo, sempre in costante e vorticosa crescita e senza significativi intoppi o crisi, credo rappresenti un unicum nel panorama dell’imprenditoria, specie turistico, siciliana e nazionale. 
Un successo così vorticoso che credo nemmeno lui immaginava all’inizio dell’attività, anche perche Antonio allora non possedeva nulla.
A queste difficoltà economiche hanno però sopperito le indubbie capacità organizzative e professionali e le innovative nel confezionare l’offerta di vacanza in Sicilia e da qualche tempo, anche in Sardegna. Aeroviaggi è stata sempre all’avanguardia, in una attività sempre più difficile e concorrenziale, nell’individuare le esigenze, le preferenze e i gusti dei turisti italiani e stranieri, per lo più provenienti dalla Francia.
Il suo innato intuito, la sua intraprendenza e le sue conoscenze del settore dell’incoming turistico hanno determinato dei numeri sempre in costante gicrescita di arrivi e presenze turistiche.
Le sue illuminate intuizioni, che ho avuto modo di conoscere bene grazie alla fraterna trentennale amicizia che ci legava, le idee e le intuizioni, lo hanno portato a rischiare e scommettere solo su se stesso, senza mai mai cercare alcun aiuti e/o finanziamenti pubblici, come hanno fatto in tanti.
Nei primi mesi dello scorso anno aveva deciso che era giunto il tempo di trasmettere la sua esperienza e conoscenza a tanti giovani siciliani intraprendenti, capaci e con buone idee imprenditoriali, costituendo, a sue spese, la Fondazione “Contea dei Ventimiglia”che si poneva, fra gli obbiettivi, di stimolare, formare e aiutare i giovani capaci e coraggiosi che avevano voglia di intraprendere un’attivita imprenditoriale. Auguro di cuore ai suoi figli Giuseppe, Marcello, Marco e Tiziana, oltre che alla moglie Floriana, che dopo la sua recente ed improvvisa scomparsa hanno preso il suo testimone nella gestione di Aeroviaggi, di avgere altrettanta capacità nel proseguire l’opera iniziata da Antonio per tanti decenni ancora“.

News Correlate