lunedì, 30 Novembre 2020

La formula del Travelexpo Roadshow vince e convince

Tutti soddisfatti alla chiusura del Travelexpo Roadshow. Dopo sei tappe in giro per la Sicilia, i 21 operatori presenti sono riusciti ad avviare nuovi rapporti commerciali e soprattutto a conoscere e farsi conoscere dai numerosi agenti di viaggio siciliani accorsi durante i workshop esclusivamente B2B.

“Non bene ma benissimo, belle location e ottima organizzazione”, afferma soddisfatto Mimmo Crinò, titolare di Albatravel. 

Antonio Sorice di Boscolo sottolinea “la validità del Roadshow multitappe, comodo per incontrare le adv e come momento aggregativo”. 

Entusiasmo anche da parte dei debuttanti: “E’ la prima volta che sbarchiamo in Sicilia – dice Ezio Dell’Orto di Originaltour – ed è andata molto bene, soprattutto abbiamo notato che gli adv, una volta tornati al lavoro, ci hanno richiesto subito preventivi”.

“Sono convinto che questa partecipazione – commenta Bruno Alegi di Todra – avrà un forte impatto sugli adv. E poi mi piace la familiarità di questo genere di eventi”.

“Abbiamo incontrato molte adv della provincia – sottolinea Parc Hotel – che in altre condizioni difficilmente avremmo potuto raggiungere per presentare loro i pacchetti benessere per il nuovo anno”.

Per Axa, “la Sicilia si conferma particolarmente ricettiva” mentre Futurviaggi sottolinea che “in sole sei tappe siamo riusciti a incontrare un numero di agenti che solitamente riusciamo a vedere in uno/due mesi”. Dello stesso avviso Sandro Profumi di Land Tour: “è stata un’edizione entusiasmante, è più efficace che girare città per città tra le varie agenzie”.

“Mancavamo da tre anni – osserva Stefano Cassarà di Allianz – e abbiamo scelto bene l’anno per tornare al Roadshow grazie al buon livello di partecipazione riscontrato”.

Soddisfazione anche da Vueling: “abbiamo raggiunto anche realtà agenziali più lontane che spesso rimangono fuori dai soliti circuiti”. E Air Berlin conferma: “sempre benissimo perchè incontriamo tante realtà in una volta sola”.

Commenti positivi anche da Aegean, “buon livello di presenze e interesse al prodotto”, e da Volotea: “bene le tappe di Catania e Palermo, ma la vera sorpresa è stata il workshop serale a Ragusa”.

News Correlate